Stampa

Che cos’é la TAC?

Postato in TAC

sintesi

Che cos’è la TAC?

La Tomografia Assiale Computerizzata (TAC), oggi definita semplicemente TC (Tomografia Computerizzata), é una metodica radiologica che, utilizzando radiazioni di tipo X (esattamente come quelle delle semplici radiografie), é in grado di ricostruire grazie delle sezioni del corppo anche al di sotto del millimetro, grazie all’utilizzo di programmi informatici particolari.

Per effettuare l’esame il paziente viene sdraiato su di un lettino che fa parte dell’apparecchiatura.

 

A cosa serve l'esame?

La TAC é una metodica di secondo livello generalmente indicata dopo l’esecuzione di esami radiografici o ecografici o in seguito a visite specialistiche.

È molto usata nella ricerca di neoplasie primitive o di localizzazioni secondarie. Trova anche un importante utilizzo nello studio del sistema nervoso centrale (soprattutto l’encefalo) e del sistema vascolare (soprattutto per lo studio delle arterie).

Oltre ai campi tradizionali di impiego (neurologico, scheletrico, traumatologico, toracico, addominale, oncologico, ginecologico, vascolare), la TAC é indicata anche per lo studio dell’apparato urinario (Uro TAC), del grosso intestino (Colon TAC virtuale), delle arterie coronarie (Cardio TAC).

È, infine, molto utilizzata anche nell’urgenza in seguito ad emorragie ed ischemie cerebrali, aneurismi toracici e addominali, embolie polmonari, traumi di vario genere.

 

domande frequenti

Soffro di claustrofobia: riuscirò a fare l’esame TAC?

Il gantry dell’apparecchiatura (quello che comunemente é chiamato “tunnel”) é molto corto e largo. Per tale motivo tutte le persone, anche quelle claustrofobiche, riescono a sottoporsi all’esame TAC senza problemi.

 

Per eseguire una TAC senza mezzo di contrasto devo rimanere a digiuno?

No, se l’esame non prevede la somministrazione del mezzo di contrasto, non è necessaria alcun tipo di preparazione.

 

Prima della TAC ho eseguito una radiografia o un'ecografia: le devo portare?

Sì, occorre sempre portare gli esami precedenti. Questo consente al tecnico radiologo di eseguire l’esame in modo idoneo e al radiologo di refertarlo correttamente.

 

E’ vero che la dose di radiazioni in TAC è alta?

Per effettuare studi TAC si utilizzano dosi di radiazioni superiori rispetto a quelle di una normale radiografia (anche 40-50 volte superiore).

Per tale motivo é importante che l’esame sia giustificato ed abbia un corretto quesito clinico.

Il nostro personale é correttamente formato al fine di eseguire esami di alta qualità con la minor dose possibile al paziente. La nostra apparecchiatura TAC, inoltre, possiede dei moderni filtri di ricostruzione delle immagini che consentono un abbattimento della dose fino al 50% rispetto ad apparecchiature che ne sono sprovviste.

Si ricorda, comunque, che le dosi di radiazioni utilizzate in radiologia sono sostanzialmente inferiori a quella dose che si è certi possa dare un danno al paziente.

 

Dopo l’esame mi verrà subito comunicato l'esito?

L’esame TAC prevede l’acquisizione di moltissime immagini che spesso necessitano di ulteriori ricostruzioni prima di poter essere interpretate. Il radiologo, quindi, ha necessità di avere a disposizione tutto l’esame e diverso tempo per poter effettuare una lettura corretta.

Per tale motivo difficilmente si avranno notizie immediate dopo l’esecuzione dell’esame.

 

In quanto tempo mi verrà consegnato il referto?

Il referto verrà consegnato in tre giorni lavorativi.

Le nostre procedure sono, però, strutturate in modo tale da intercettare casi che richiedano un minor tempo di refertazione e di consegna dell’esame al paziente.

 

Per ulteriori quesiti circa le radiazioni X clicca qui 

 

L'OSPEDALE

Ospedale polispecialistico. Aree dedicate alla cura di malattie cardiovascolari, ortopediche, oncologiche. Centro diagnostico.

INIZIATIVE ED EVENTI

iniziative eventiConsulta le iniziative e gli eventi di educazione sanitaria organizzati dall'Ospedale.

NEWS

Scopri le ultime novità e i consigli per vivere meglio dei nostri specialisti.

Leggi tutte le news.