Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sulle nostre campagne promozionali e sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di chiudere questo banner o di proseguire nella navigazione cliccando al di fuori di esso esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy
Stampa

Anguria: alleata della dieta e non solo!

.

Lo sapevate che l’anguria, da molti considerato il frutto estivo per eccellenza, è anche ricca di proprietà importanti per la nostra salute? Scopriamo tutti i benefici con la dottoressa Marzia Sucameli, biologa nutrizionista di Humanitas Mater Domini.

È antiossidante. L’anguria contiene sostanze ad azione fortemente antiossidante, che aiutano a prevenire i tumori. Contrastano, infatti, l’azione dei radicali liberi che sono responsabili dell’invecchiamento cellulare. Tra questi, ricordiamo la Vitamina C, il licopene e il beta-carotene.

Aiuta a combattere l’ipertensione. L’anguria fa bene all’apparato cardiocircolatorio perché favorisce la diminuzione della pressione arteriosa. Questa proprietà è dovuta allo scarso apporto di sodio e alla presenza di potassio e citrullina, che aiutano entrambi ad equilibrare la pressione.

Alleata contro il colesterolo cattivo:  lo rivela uno  studio pubblicato sul Journal of Nutritional Biochemistry, condotto da un team di ricercatori dell'Università americana di Purdue.

Contrasta la disfunzione erettile, favorendo la fertilità. L’amminoacido citrullina presente nell’anguria, che viene poi convertito nell’organismo in arginina, è in grado di mantenere le giuste concentrazioni di ossido nitrico, un vasodilatatore che permette di far raggiungere e mantenere l’erezione. Ne consegue un effetto benefico, per chi soffre di disfunzione erettile.

È remineralizzante. L’anguria è fonte di minerali e vitamine importanti, che vanno reintegrati specialmente in estate, a causa della sudorazione dovuta al caldo eccessivo.

Previene la cistite. Essendo un frutto altamente diuretico, l’anguria favorisce la disintossicazione dei reni e della vescica contrastando la crescita dei batteri, responsabili della cistite.

Aiuta nella perdita di peso. L’alto contenuto di acqua dell’anguria conferisce un elevato senso di sazietà. Questa caratteristica, insieme alle poche calorie dell’anguria, ne fanno un alleato ideale per chi sta seguendo un regime dietetico ipocalorico o per coloro che desiderano mantenersi leggeri.

Migliora la qualità del sonno. Mangiare l’anguria dopo cena, può stimolare nell'organismo la produzione di  serotonina, per via del suo contenuto di carboidrati. Quando, nelle ore serali, i livelli di serotonina salgono, il cervello è meno sensibile ai segnali di disturbo, come i rumori, favorendo un riposo più tranquillo.

Mantiene il benessere della pelle. Grazie al contenuto di beta-carotene, il consumo di anguria ritarda l’invecchiamento della pelle. La vitamina C, invece, è necessaria alla sintesi di collagene, indispensabile per una pelle sana ed elastica.

Ha proprietà antinfiammatorie. Grazie al licopene, un’antiossidante ad azione antinfiammatoria, previene l’insorgenza dei tumori e promuove la salute del cuore e delle ossa.

 

Come conservare l’anguria?

“Se non è ancora stato tagliato, il frutto può essere conservato per alcuni giorni in frigorifero. Al contrario, se è già stato aperto, per la sua conservazione si consiglia di evitare la pellicola trasparente perché è costituita dal Ploivinilcloruro (PVC), responsabile del rilascio di ftalati ovvero sostanze rilasciate dalle plastiche che causano non pochi problemi alla salute. A leggere i risultati di numerose ricerche, infatti, sono responsabili di alterazioni ormonali, riduzione della fertilità maschile, malformazioni a livello fetale e bioaccumulo ai danni di fegato e reni.  È dunque preferibile conservare l'anguria, tagliata a cubetti e privata della buccia, in un contenitore per alimenti o in uno scolapasta appoggiato su di una ciotola. L'anguria tagliata deve comunque essere consumata al più presto”, consiglia  la specialista.

Ulteriori approfondimenti? Visita l’Ambulatorio di Nutrizione e Salute di Humanitas Mater Domini.

L'OSPEDALE

Ospedale Humanitas Mater DominiOspedale polispecialistico. Aree dedicate alla cura di malattie cardiovascolari, ortopediche, oncologiche. Centro diagnostico.

INIZIATIVE ED EVENTI

Iniziative ed Eventi Mater DominiConsulta le iniziative e gli eventi di educazione sanitaria organizzati dall'Ospedale.

NEWS

News Humanitas Mater DominiScopri le ultime novità e i consigli per vivere meglio dei nostri specialisti.

Leggi tutte le news.