Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sulle nostre campagne promozionali e sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di chiudere questo banner o di proseguire nella navigazione cliccando al di fuori di esso esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy
Stampa

Pancia piatta post gravidanza? Sì, con la mini addominoplastica!

.

Pancia troppo “rilassata”? Non tutti sanno che la mini addominoplastica può essere la soluzione, soprattutto dopo il parto!

“Questo intervento, infatti, permette di rimuovere la quantità di pelle in eccesso, senza coinvolgere e riposizionare l’ombelico. Risulta essere, quindi, meno invasivo della tecnica classica, ottenendo un addome piatto e teso con una piccola incisione. L’intervento, che dura circa due ore, porta ad ottimi risultati, non solo per donne dopo la gravidanza, ma anche per le persone che presentano un ventre molle e grinzoso, dovuto, per esempio, ad un forte dimagrimento”, spiega il dottor Simone Grappolini, specialista in Chirurgia Plastica e Ricostruttiva in Humanitas Mater Domini.


Miniaddominoplastica: cos’è e a chi può servire?

È un intervento che, attraverso una cicatrice sovrapubica, ha l’obiettivo di rendere più tonico l’addome. La frequente rilassatezza dei tessuti dopo il parto, anche in pazienti magre, lo rende particolarmente indicato dopo le gravidanze. E’ inoltre possibile correggere eventuali ernie ombelicali, molto comuni dopo la gravidanza.
Come si svolge l’intervento? “Attraverso un’incisione,  si possono avvicinare i muscoli addominali, migliorando il “punto vita”. L’intervento può, inoltre, essere associato ad una liposuzione dei fianchi, in caso di necessità. Da un accesso nascosto e relativamente piccolo si ottengono, dunque, risultati molto soddisfacenti”, spiega lo specialista.


I consigli dello specialista

“Prima di sottoporsi all’intervento, è importante attendere almeno un anno dopo la gravidanza. La convalescenza prevede un periodo di riposo di qualche giorno. Trascorsa una settimana, si può riprendere la propria attività quotidianità. Nonostante questo, si consiglia di evitare sforzi e di indossare sempre, giorno e notte, una guaina elastica contentiva per almeno 40 giorni. Per non vanificare il risultato, non si devono avere altre gravidanze”, conclude il dottor Grappolini.

 

Ulteriori approfondimenti? Visita l'Ambulatorio di Chirurgia Plastica di Humanitas Mater Domini.

 

L'OSPEDALE

Ospedale Humanitas Mater DominiOspedale polispecialistico. Aree dedicate alla cura di malattie cardiovascolari, ortopediche, oncologiche. Centro diagnostico.

INIZIATIVE ED EVENTI

Iniziative ed Eventi Mater DominiConsulta le iniziative e gli eventi di educazione sanitaria organizzati dall'Ospedale.

NEWS

News Humanitas Mater DominiScopri le ultime novità e i consigli per vivere meglio dei nostri specialisti.

Leggi tutte le news.