Il Misoprostolo è utile per ridurre il pericolo di comparsa di ulcere gastriche in presenza di assunzione di medicinali antinfiammatori non steroidei (Fans).

Che cos’è il Misoprostolo?

Si tratta di una prostaglandina. Agisce riducendo la quantità di acido generata dallo stomaco e proteggendo le pareti gastriche, diminuendo così il pericolo di ulcere.

Come si prende il Misoprostolo?

Di solito, il Misoprostolo è somministrato per via orale in forma di pastiglie.

Effetti collaterali del Misoprostolo

Tra gli eventuali effetti collaterali del Misoprostolo troviamo anche:

È fondamentale avvertire immediatamente il medico  in presenza di:

  • rash
  • orticaria
  • prurito
  • problemi respiratori
  • senso di oppressione al petto
  • gonfiore di bocca, viso, labbra o lingua
  • feci scure
  • sangue nelle urine
  • disturbi d’udito
  • mutamenti del ciclo mestruale
  • male al petto
  • svenimenti
  • febbre
  • dolore alla testa
  • capogiri
  • vista appannata
  • battito cardiaco irregolare
  • mutamenti d’umore, ansia, depressione o confusione
  • nausea, dolore allo stomaco o crampi addominali gravi o continui
  • lividi o emorragie
  • vomito simile a caffè
  • respiro sibilante
  • fiato corto

Avvertenze sull’utilizo del Misoprostolo

Prima di cominciare a prendere Misoprostolo è fondamentale avvertire sempre il dottore:

  • di possibili allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti o a ogni altro medicinale o cibo;
  • degli altri farmaci, dei fitoterapici e degli integratori che si stanno assumendo, nello specifico Dinoprostone;
  • se si soffre (o si ha sofferto) di patologie cardiovascolari, patologie infiammatorie intestinali, disidratazione o problemi che possono peggiorare in presenza di disidratazione;
  • in presenza di gravidanza o allattamento al seno.