I consigli della dottoressa Marzia Sucameli, specialista in Nutrizione di Humanitas Mater Domini.

L’estate è il periodo dell’anno in cui, indiscutibilmente, si è maggiormente esposti al sole, anche perché in maniera volontaria siamo noi stessi ad esporci ai suoi caldi raggi per raggiungere quel grado di tintarella che soddisfi il nostro canone estetico.
Tuttavia, nonostante l’esposizione solare consenta al nostro organismo di assorbire la vitamina D (fondamentale per l’assorbimento del Calcio nelle ossa), il sole può trasformarsi anche in un nemico che può mettere a serio rischio la nostra salute: scottature, invecchiamento precoce, macchie, disturbi diffusi agli occhi, danni al sistema immunitario e tumore della pelle (melanoma).


Come proteggerci dai raggi solari senza rinunciare alla tanto ambita tintarella?

Ecco l’elenco di alcuni cibi che proteggono la pelle dai raggi solari e che non devono mai mancare nelle nostre tavole.

Carote
Sono ricche di vitamina A ed E, oltre che di beta-carotene che è proprio il precursore della vitamina A, ossia l’elemento fondamentale affinchè si formi.
Il suo ruolo principale è deputato alla visione. In particolare, serve alle cellule dell’occhio chiamate coni e bastoncelli che sono quelle che permettono di vedere sia al buio che alla luce.
Attenzione però a come assumerla!. La vitamina A è liposolubile (si scioglie nei lipidi) e, per assorbirla a livello intestinale, occorre associare il consumo della carota a un alimento lipidico. Il migliore in assoluto è l’olio extravergine di oliva, ricco anche di vitamina E che aiuta a guarire dalle scottature, oltre ad essere un potente antiossidante, quindi anticancerogeno. Solo con questo abbinamento, il nostro organismo sarà in grado di assorbire la vitamina A contenuta nella carota. La vitamina A è importante per la protezione dagli effetti dannosi del sole e a a livello del sistema immunitario. Tuttavia, il quantitativo di assunzione raccomandato varia dai 400 ai 600 microgrammi al giorno, a seconda delle fascia di età e del sesso.

Agrumi
In particolare, limoni e arance che proteggono dall’azione nociva del sole. Grazie al loro contenuto in vitamina C, svolgono un’importante azione di prevenzione contro il tumore alla pelle. Gli agrumi, inoltre, proteggono da scottature e macchie solari.

Melograno
Ricco di sostanze ad azione antiossidante e di acido ellagico, le molecole chimiche che proteggono dai raggi UVA e UVB. Il melograno, inoltre, aumenta la protezione di una crema solare del 20%.

Fragole
Sono straordinariamente efficaci per l’azione protettiva nei confronti dei raggi solari. Possiedono, infatti, notevoli quantità di vitamina C e di antiossidanti che proteggono la pelle dalla formazione di radicali liberi.

Thè verde.
Prezioso alleato contro i rischi solari. Possiede svariate molecole chimiche, in particolare i tannini e l’epigallocatechingallato, molecola annoverata nella lista dei longevity smart food (cibi che allungano la vita, in quanto agiscono sul DNA) in grado sia di lenire le scottature ma, soprattutto, di proteggere il nostro organismo dalle radiazioni UV, di rafforzare il sistema immunitario e di prevenire vari tipi di tumore (in particolare, alla mammella).

Mandorle
Ottime per raggiungere un’abbronzatura perfetta e assolutamente sicura. Le mandorle contengono la quercetina, anch’essa annoverata tra i longevity smart food. Questa molecola chimica svolge una funzione protettiva del sistema immunitario dalle radiazioni UV dannose. La vitamina E, inoltre, aiuta a guarire velocemente delle scottature ed è anche un potente antiossidante di cui necessita l’organismo

Pomodoro
E’ un alimento ricco in vitamina C, licopene e sostanze antiossidanti che proteggono il sistema immunitario dai danni dei raggi solari cancerogeni.

Anguria
E’ uno dei frutti maggiormente dissetanti, rinfrescanti, ricchi d’acqua e contiene molecole  antiossidanti. Stimola la diuresi e l’eliminazione delle tossine.  Attenzione però a chi soffre di iperglicemia e di diabete: in questo caso, si può mangiare una fetta di anguria in sostituzione di un altro frutto, preferibilmente dopo un pasto completo (lipidi e proteine riducono l’indice glicemico) e non come spuntino a merenda da solo, in quanto aumenterebbe l’indice glicemico.
Il consumo di anguria permette di proteggere la pelle dai rischi legati ad una eccessiva esposizione ai raggi UV e contribuisce a migliorare la qualità del sonno.
Lo sapevate, inoltre, che è anche un aiuto naturale contro le malattie cardiache e per la riduzione dei livelli del colesterolo cattivo?

Curcuma
Questa spezia è un alleato per la protezione dai raggi solari nocivi, in quanto è ricca in antiossidanti e ha proprietà antiinfiammatorie.