Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sulle nostre campagne promozionali e sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di chiudere questo banner o di proseguire nella navigazione cliccando al di fuori di esso esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy
Stampa

Rinoplastica

sintesi

Che cos'è la rinoplastica?

La rinoplastica è l’intervento chirurgici che permette di correggere i difetti estetici del naso e migliorare la respirazione. Consente di modificare la forma e le dimensioni del naso migliorando l'armonia del viso senza però stravolgere la sua fisionomia.

 

Quali sono le indicazioni all’intervento di rinoplastica?

La rinoplastica è consigliata in caso di:

  • naso troppo grande in proporzione al viso
  • naso troppo grosso/largo, se visto di fronte
  • naso storto o ricurvo
  • naso asimmetrico, per precedenti fratture
  • punta del naso grossa, larga o carnosa
  • punta del naso cadente o prominente
  • punta del naso schiacciata
  • naso con gobbe (sia cartilaginee, che ossee) sul naso
  • setto nasale deviato
  • columella deviata o procedente
  • columella retratta e labbro superiore corto

La rinoplastica è consigliata sia nell'uomo che nella donna dopo il completamento della fase di crescita. A eccezione di particolari casi, come tutti gli interventi estetici, viene quindi consigliato dopo i 18 anni.

 

Come si esegue l'intervento di rinoplastica?

La rinoplastica è un intervento che ha lo scopo di modificare ed a ridurre un naso, portandolo alle giuste dimensioni e ad un corretto profilo estetico che si armonizzi con il resto del viso.
Se unitamente alla problematica estetica si osserva anche un difetto di respirazione, allora è necessario ricorrere alla rinosettoplastica in cui si agisce esteticamente sulla strutture della piramide nasale e, funzionalmente, su quelle che determinano il problema respiratorio. Talvolta si agisce contemporaneamente anche sui turbinati, riducendone la dimensione per migliorare la respirazione.
Per accedere alle strutture anatomiche da modificare, si può ricorrere a sole incisioni interne alle narici (tecnica chiusa) oppure ad un accesso alla columella (tecnica aperta) che porta ad un modestissimo esito cicatriziale ma che permette un maggiore controllo delle strutture da modellare.
L'intervento può essere effettuato in anestesia locale assistita se prevede solo una piccola correzione della punta o, più spesso, in anestesia generale.

tecniche di intervento

Rinoplastica con tecnica chiusa (incisioni solo interne al naso)

La rinoplastica con tecnica chiusa permette, attraverso piccole incisioni effettuate all’interno del naso, di rimodellare la componente ossea e cartilaginea dello scheletro nasale. Le tecniche di chirurgia plastica che si usano variano da paziente a paziente, in base al risultato che si desidera ottenere: con ogni probabilità, tuttavia, devono essere effettuate delle fratture alla base delle ossa nasali per rendere il naso più stretto, il dorso verrà leggermente abbassato ed il setto nasale accorciato. E’ anche possibile che alcune parti del naso debbano essere aumentate di dimensioni. In questo caso sarà necessario utilizzare della cartilagine che viene prelevata possibilmente dal setto nasale. La punta del naso, il cui scheletro è esclusivamente cartilagineo, viene modificata tramite il rimodellamento delle relative cartilagini.

Al termine, la pelle si riassesta spontaneamente sul nuovo scheletro, determinando l’aspetto finale dell’intervento.

 

Rinoplastica con tecnica aperta (incisioni sulla columella)

La rinoplastica con tecnica aperta si esegue come una variante della rinoplastica chiusa, incidendo la cute della columella alla base del naso ed esponendo tanto le cartilagini della punta quanto il dorso del naso. Nel caso sia necessario eseguire una settoplastica, l’accesso al setto viene eseguito dalla stessa incisione. La completa esposizione delle cartilagini della punta ne consente la visualizzazione diretta ed il rimodellamento con grande precisione. L’esposizione delle cartilagini è l’unica tecnica che consenta il loro rimodellamento non distruttivo, e cioè la modifica della punta del naso in assenza di resezione di parti delle cartilagini stesse e viene scelto dal chirurgo sulla base delle caratteristiche e della tipologia di correzione da effettuare.

medici

Per maggiori informazioni, consulta l'attività clinica e i medici dell'Unità Operativa di Chirurgia Plastica di Humanitas Mater Domini.

L'OSPEDALE

Ospedale Humanitas Mater DominiOspedale polispecialistico. Aree dedicate alla cura di malattie cardiovascolari, ortopediche, oncologiche. Centro diagnostico.

INIZIATIVE ED EVENTI

Iniziative ed Eventi Mater DominiConsulta le iniziative e gli eventi di educazione sanitaria organizzati dall'Ospedale.

NEWS

News Humanitas Mater DominiScopri le ultime novità e i consigli per vivere meglio dei nostri specialisti.

Leggi tutte le news.