Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sulle nostre campagne promozionali e sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di chiudere questo banner o di proseguire nella navigazione cliccando al di fuori di esso esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy
Stampa

Patch Test

sintesi

Che cos’è il patch test?

Il patch test è uno strumento diagnostico fondamentale per la diagnosi delle dermatiti da contatto.

A cosa serve l’esame?

Il patch test permette di differenziare le dermatiti irritative da quelle allergiche da contatto.

Viene eseguito in ambulatorio, applicando sulla cute del paziente alcuni cerotti che vengono rimossi dopo 48-72 ore dall’applicazione.

Per eseguire il patch test si utilizzano dei pannelli composti da varie sostanza, definite apteni, che sono disposti in singole cellette di materiale anallergico, fissate su un cerotto che viene posizionato sul dorso.

Dopo 48-72 ore i cerotti vengono rimossi e si documenta l’eventuale presenza di reazione allergica (dermatite) in corrispondenza di uno o più apteni.

Fanno parte del pannello le sostanze con cui più comunemente veniamo a contatto quali metalli (nichel, cobalto, potassio bicromato, ecc.), coloranti (para-fenil-endiamina, disperso rosso, disperso blu, ecc.), sostanze presenti nei profumi (balsamo del perù, profumi mix, ecc.), conservanti (kathon), farmaci (benzocaina, cortisonici mix, neomicina), nei manufatti in gomma (tiuram), nei cosmetici (parabeni).

Durante l’esecuzione del patch test è importante non sudare, non esporsi al sole e non bagnare il cerotto.

info utili

Prestazioni S.S.N.: l’assenza dell’impegnativa preclude l’esecuzione della prestazione. Si ricorda che il medico di medicina generale è tenuto a scrivere sull’impegnativa: nome, cognome ed età dell’assistito, codice fiscale, prestazione richiesta, quesito diagnostico, indicazione di eventuali esenzioni e livello d’urgenza.

Prestazioni PRIVATE: non è obbligatorio essere in possesso della prescrizione medica di uno specialista, ma è comunque consigliabile.

Norme di preparazione

Ai fini di una buona riuscita del test, è opportuno:

  • sospendere eventuali terapie cortisoniche almeno 20 giorni prima dell’esecuzione del test
  • sospendere eventuali terapie antistaminiche almeno 7 giorni prima dell’esecuzione del test
  • è necessario, inoltre, non applicare creme a base di steroidi sulla cute del dorso almeno 15 giorni prima dell’esecuzione del test
  • comunicare sempre allo specialista eventuali precedenti reazioni allergiche gravi, quali shock anafilattico o edema della glottide

I cerotti applicati sulla cute del paziente verranno rimossi presso la struttura dopo 48-72 ore dall’applicazione.I patch test non vengono effettuati nel periodo estivo.

Durata dell’esame: 30 minuti

Accettazione: Recarsi direttamente presso l'ambulatorio che sarà comunicato nel momento della prenotazione. Effettuare l’accettazione al termine della prestazione.

Ritiro referti: Al termine della lettura verrà consegnato al paziente il referto del test con le eventuali schede merceologiche dell’aptene risultato positivo.

medici

Per maggiori informazioni, consulta l’attività clinica e i medici dell’Ambulatorio di Dermatologia di Humanitas Mater Domini.

L'OSPEDALE

Ospedale Humanitas Mater DominiOspedale polispecialistico. Aree dedicate alla cura di malattie cardiovascolari, ortopediche, oncologiche. Centro diagnostico.

INIZIATIVE ED EVENTI

Iniziative ed Eventi Mater DominiConsulta le iniziative e gli eventi di educazione sanitaria organizzati dall'Ospedale.

NEWS

News Humanitas Mater DominiScopri le ultime novità e i consigli per vivere meglio dei nostri specialisti.

Leggi tutte le news.