Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sulle nostre campagne promozionali e sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di chiudere questo banner o di proseguire nella navigazione cliccando al di fuori di esso esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy
Stampa

Esame urodinamico invasivo

sintesi

Che cos'é l’esame urodinamico invasivo?

L’esame urodinamico é un’indagine che studia la funzionalità del basso tratto urinario, cioè vescica ed uretra, sia nella fase di riempimento che di svuotamento, in maniera completa e approfondita.
La necessità di cateterizzazione e di introduzione di una sonda nel retto fa definire l’esame urodinamico completo come “invasivo”, ma in realtà si tratta di un esame nel suo complesso ben tollerato, che può essere eseguito in regime ambulatoriale.

 

A cosa serve l’esame?

L’esame urodinamico invasivo é indicato in alcuni casi di incontinenza urinaria, di alterazioni della frequenza minzionale, quando si sospetta una riduzione della capacità vescicale e nei casi di cosiddetta “vescica neurologica”, in cui vi è un’alterazione della funzione vescicale dovuta a malattie del sistema nervoso.
L’esame urodinamico invasivo serve per studiare anche i disturbi di svuotamento della vescica (in particolare, per distinguere un deficit di contrattilità vescicale da un’ostruzione meccanica allo svuotamento) ed é indicato in certi casi di ipertrofia prostatica, nella ritenzione urinaria e tutte le volte in cui si sospetta un’alterazione dello svuotamento vescicale.

info utili

Prestazioni S.S.N.: l’assenza dell’impegnativa preclude l’esecuzione della prestazione. Si ricorda che il medico di medicina generale è tenuto a scrivere sull’impegnativa: nome, cognome ed età dell’assistito, codice fiscale, prestazione richiesta, quesito diagnostico, indicazione di eventuali esenzioni e livello d’urgenza.
Prestazioni PRIVATE: non è obbligatorio essere in possesso della prescrizione medica di uno specialista, ma è comunque consigliabile.


Norme di preparazione
Ai fini dell’esecuzione dell’esame:

  • non é necessario il digiuno, la mattina dell’esame il paziente può consumare una normale colazione
  • é necessario arrivare ad eseguire l’esame con la vescica confortevolmente piena
  • è necessario eseguire un clistere di pulizia (preconfezionato di farmacia) la sera prima dell’esame
  • é necessario eseguire la profilassi delle infezioni delle vie urinarie con un antibiotico (ad esempio chinolonico), da assumere la mattina dell’esame, prescritto dal medico curante
  • é necessario sospendere, se in atto, l’assunzione di farmaci attivi sulla vescica (ad esempio alfa-litici, antimuscarinici) sia prescritti dal medico curante che dallo specialista urologo.
  • non é necessario sospendere altri eventuali farmaci in uso

 

Durata dell’esame
60 minuti

 

Accettazione
Clicca qui per conoscere i dettagli

 

Ritiro referti
Al termine della prestazione

 

medici

Per maggiori informazioni, consulta l’attività clinica e i medici dell’Unità operativa di Urologia di Humanitas Mater Domini.


 

L'OSPEDALE

Ospedale polispecialistico. Aree dedicate alla cura di malattie cardiovascolari, ortopediche, oncologiche. Centro diagnostico.

INIZIATIVE ED EVENTI

iniziative eventiConsulta le iniziative e gli eventi di educazione sanitaria organizzati dall'Ospedale.

NEWS

Scopri le ultime novità e i consigli per vivere meglio dei nostri specialisti.

Leggi tutte le news.