Che cos’è un’anastomosi?

L’anastomosi è il punto di passaggio che unisce due visceri cavi, dopo un intervento chirurgico.
Dopo un intervento chirurgico, l’anastomosi spesso può diventare cicatriziale, riducendo pertanto il calibro del viscere e creando al paziente sintomi occlusivi come il vomito (se l’anastomosi è del tratto digestivo superiore) o l’occlusione intestinale (l’anastomosi è del tratto digestivo inferiore).

Come si svolge la dilatazione dell’anastomosi?

Tramite l’endoscopia, è possibile dilatare l’anastomosi, mediante strumenti dedicati che permettono di ristabilire il regolare transito del bolo alimentare. Tali procedure vengono eseguite in sedazione, per non causare al paziente fastidio o dolore.