Che cos’è la Fosfomicina?

La Fosfomicina interferisce con la formazione della parete cellulare dei batteri, bloccando in modo irreversibile un enzima necessario per la costruzione di uno dei suoi costituenti fondamentali.

A cosa serve la Fosfomicina?

La Fosfomicina viene utilizzata per trattare le infezioni delle vie urinarie. È particolarmente indicata nei casi di cistite acuta che spesso colpisce le donne e alla cui base c’è un’infezione da Escherichia Coli o da Enterococcus Faecalis.

Come si assume la Fosfomicina?

La Fosfomicina si assume per via orale, sotto forma di polvere da sciogliere in acqua.

Effetti collaterali della Fosfomicina

Fra i possibili effetti collaterali della Fosfomicina sono inclusi:

È bene contattare subito un medico in caso di:

  • febbre
  • eruzione cutanea
  • dolore alle articolazioni
  • gonfiore della bocca
  • gonfiore della lingua
  • colorazione giallastra della pelle

Controindicazioni e avvertenze associati all’uso della Fosfomicina

Prima di assumere la Fosfomicina è bene informare il medico:

  • di allergie al principio attivo o a qualunque altro farmaco;
  • dei medicinali, dei fitoterapici e degli integratori assunti, ricordando di menzionare in particolare Cisapride, Metoclopramide e vitamine;
  • se si soffre (o si ha sofferto) di asma o malattie al fegato;
  • in caso di gravidanza o allattamento.