L’acinesia (o acinesi) è un problema che si presenta con la diminuzione o perdita della capacità di fare i movimenti automatici, che contraddistinguono l’attività motoria spontanea. Il disturbo interessa l’attività gesticolatoria che accompagna il linguaggio, i cambiamenti dell’espressione del volto e le oscillazioni degli arti superiori mentre si cammina.

Il termine proviene dal greco ed è composto dal prefisso greco “a”, che segnala la carenza di qualcosa, e “cinesi” che significa “movimento”, segnalando così una situazione in cui il soggetto colpito è “privo di movimento”, ovvero non riesce a muoversi o manifesta seri problemi nel farlo.

 

Quali patologie si possono collegare all’acinesia?

Le malattie che si possono collegare alla presenza dell’acinesia sono le seguenti:

Morbo di Parkinson

Schizofrenia catatonica

Si rammenta che questo non è un elenco completo e che è sempre meglio consigliarsi con il proprio dottore di fiducia in presenza di continuazione del sintomo.
 

Quali sono le soluzioni contro l’acinesia?

Solitamente l’acinesia non viene curata direttamente, cioè tramite trattamento mirato, ma si affronta indirettamente, cioè mediante la soluzione della malattia medica che si trova all’origine. Le soluzioni del sintomo dipendono dall’efficacia della cura consigliata per la patologia da cui proviene l’acinesia.
 

Con l’acinesia quando andare dal proprio dottore o al Pronto Soccorso?

Nell’eventualità di insorgenza di acinesia è sempre meglio andare dal proprio curante per avere un consiglio sul da farsi.

Questo testo è stato redatto dagli specialisti di Humanitas Mater Domini.

Nessuna parte di esso può essere in alcun modo riprodotta per terze parti o da queste utilizzata.

Data di pubblicazione: 19/07/2017