L’affaticamento oculare consiste nell’uso prolungato degli occhi, con ripercussioni sui muscoli del bulbo oculare. Osservare in maniera continuata un oggetto, non distogliere mai lo sguardo, impiegare incessantemente i muscoli oculari, interni ed esterni può contribuire all’affaticamento degli occhi stessi.Si associano all’affaticamento oculare svariati sintomi, tra cui: lacrimazione, secchezza e bruciore oculare, percezione di un corpo estraneo nell’occhio, sensibilità e fastidio alla luce, vista poco nitida o sdoppiata, emicrania.

Quali sono i rimedi contro l’affaticamento oculare?

Scoprire l’origine dell’affaticamento oculare è fondamentale per curare il disturbo. Indubbiamente però, adottare alcuni accorgimenti può alleviare il sintomo; si consiglia a questo scopo:

  • L’impiego di lacrime artificiale per garantire adeguata lubrificazione agli occhi
  • L’uso di occhiali che agevolino la vista
  • L’adeguazione della luce nella stanza

Quali sono le cause dell’affaticamento oculare?

Le malattie associabili a questo disturbo sono:

Va precisato che questo elenco non è esauriente, è quindi opportuno rivolgersi al proprio medico se il sintomo persiste

Affaticamento oculare, quando rivolgersi al proprio medico?

Se si soffrisse di una delle patologie sovraelencate e comparisse l’affaticamento oculare, sarà bene rivolgersi al proprio medico.