La disfagia, ossia la difficoltà a deglutire, è un disturbo che può dipendere sia da una scorretta masticazione, sia da vere e proprie malattie. Si manifesta solitamente nelle persone anziane. Il disturbo si associa spesso ad altri sintomi quali dolore alla mandibola e, nelle situazioni più gravi, vomito e perdita di peso.

Quali sono i rimedi contro la disfagia?

La disfagia si cura intervenendo sulle cause che l’hanno originata. Sessioni di logopedia e di rieducazione alle deglutizione possono essere d’aiuto per apprendere una più efficace coordinazione dei muscoli predisposti al deglutire. Rendere pasti più frequenti ma meno abbondanti, evitare cibi potenzialmente causa di reflusso gastrico, preferire alimenti facili da inghiottire sono accorgimenti preziosi per contrastare il disturbo.
In situazioni gravi, il medico potrà prescrivere farmaci specifici o imporre l’alimentazione tramite un sondino naso-gastrico, se non addirittura richiedere un intervento chirurgico.

Quali sono le malattie associate alla disfagia?

Le patologie associabili alla disfagia sono:

Va precisato che questo elenco non è esauriente, è quindi opportuno rivolgersi al proprio medico se il sintomo persiste

Disfagia, quando rivolgersi al proprio medico?

Se la disfagia perdura nel tempo e si associa a disturbi come  vomito e perdita di peso, si consiglia il consulto con il medico.