Il gonfiore della mammella si manifesta con l’ingrossamento del seno. Tale cambiamento può essere fisiologico (in presenza di variazioni ormonali verificatisi in pubertà, nel corso del ciclo mestruale, all’ingresso della menopausa, in gravidanza, in fase di allattamento) – o patologico.

Quali sono i rimedi contro il gonfiore della mammella?

Se il gonfiore al seno è spia di una malattia, il trattamento di questo implicherà la scomparsa del disturbo.
In presenza di un gonfiore di origine non patologica, il medico potrà prescrivere terapie con ormoni e vitamine, combinante a impacchi di acqua calda o fredda. Anche le tecniche di rilassamento risultano efficaci per contrastare il disturbo in donne ansiose.

Quali sono le patologie associate al gonfiore della mammella?

Le patologie associate al gonfiore alla mammella sono:

  • tumore al seno
  • infezione al seno
  • mastite
  • noduli benigni
  • sindrome premestruale

Gonfiore della mammella, quando rivolgersi al proprio medico?

Se il gonfiore della mammella persistesse (associandosi a perdita di liquido dal capezzolo) o evidenziando un nodulo, si consiglia un consulto clinico. Accertata la presenza di un nodulo la paziente dovrà informare il medico ad ogni cambiamento delle mammelle.