Definiamo perdite vaginali delle secrezioni di siero e muco, di quantità variabile, contenenti  cellule derivate dalla desquamazione della mucosa della vagina e/o dell’utero.

A seconda della causa che le ha indotte, sia esso un battere, un virus od un fungo, le perdite vaginali presentano una colorazione differente (che può andare dal biancastro al grigio, passando dal verde al giallastre) e potrebbero avere un cattivo odore. Chi soffre di perdite vaginali spesso accusa anche prurito e dolore, sia durante l’atto sessuale che alla minzione.

Quali sono i rimedi contro le perdite vaginali?

Cure antibiotiche saranno consigliate in presenza di batteri, gli antimicotici per contrastare funghi, creme e detergenti saranno impiegati invece qualora vi fossero in corso infezioni.

Quali sono le malattie associate alle perdite vaginali?

Le malattie associabili alle perdite vaginali sono:

Perdite vaginali, quando rivolgersi al proprio medico?

Chi soffre di perdite vaginali non dovrebbe mai adottare rimedi domestici ma chiedere un consulto medico.