Che cos’è e a che cosa serve l’abbassalingua?

Si tratta di un piccolo bastoncino piatto e dalla forma allungata (molto simile allo stecco di un ghiacciolo), in acciaio o in legno. Questo strumento permette di osservare il cavo orale e la faringe.

Come funziona l’abbassalingua?

L’abbassalingua si appoggia sulla superficie della lingua, nella parte più vicina alla gola, dove esercita una lieve pressione indirizzata verso il basso. Al paziente può essere chiesto di emettere il suono “A”: questo, unitamente alla posizione abbassata della lingua, consente una maggiore apertura della bocca e la vibrazione dell’ugola. In tal modo, lo specialista può meglio osservare sia il cavo orale che la faringe.

L’abbassalingua è pericoloso o doloroso?

Il suo impiego è sicuro, semplice e indolore.
Lo specialista dovrà prestare la dovuta attenzione a non appoggiare il bastoncino troppo in fondo. Questo perché tale pratica potrebbe scatenare i riflessi di tosse e vomito.