Le Lesioni Cutanee Vascolari sono lesioni che interessano alcune aree del corpo (soprattutto arti inferiori) associate a numerose malattie vascolari, sia arteriose che venose.

L’insufficienza venosa cronica con i fenomeni tromboflebitici superficiali e profondi, le arteriopatie degli arti inferiori, l’embolia arteriosa degli arti, le TVP (trombosi venose profonde), il morbo di Burger, le vasculiti, il linfedema e l’obesità, possono essere le patologie che si manifestano con una lesione cutanea cronica.

L’approccio alla lesione cutanea vascolare non può pertanto essere monopecialistico, proprio per le implicazioni dei quadri clinici, che necessitano di un approccio diagnostico a vari livelli e un coordinato approccio terapeutico medico chirurgico.

La Diagnosi

Per diagnosticare una lesione vascolare è necessaria una visita specialistica di vulnologica atta alla:

  • Valutazione angiologica e chirurgica (visite e accertamenti diagnostici)
  • Valutazione delle patologie di base (diabete, arteriopatie, flebopatie, ecc.)

I Trattamenti

La cura delle lesioni cutanee vascolari consiste in:

  • Medicazioni personalizzate e piano terapeutico
  • Bendaggio
  • Preparazione del paziente a innesti di cute o trattamenti rigenerativi

Questo testo è stato redatto dagli specialisti di Humanitas Mater Domini.Nessuna parte di esso può essere in alcun modo riprodotta per terze parti o da queste utilizzata. Autore: Salvatore Emanuele Aragona, Ambulatorio Lesioni cutanee croniche Data di pubblicazione: 06/07/2015