La rizoartrosi è una forma di osteoartrosi degenerativa che colpisce la base del pollice. È una malattia comune nelle donne di età superiore ai 40 anni.

Quali sono i sintomi dell’artrosi del pollice?

La rizoartrosi causa una deformazione del pollice e rende molto dolorosi e difficoltosi i movimenti di presa e di pinza, creando così numerose limitazioni nella vita di tutti i giorni (es. afferrare una maniglia, aprire la portiera dell’auto, ecc.).

Il dolore è provocato dallo sfregamento delle ossa (causato dal consumo della cartilagine) e dalla presenza di “becchi” ossei artrosici che agiscono come spine, irritando così i tessuti.

La Diagnosi

Una semplice radiografia della mano è necessaria per diagnosticare la rizoartrosi e il suo stadio.

I Trattamenti

Il trattamento riabilitivo è il primo approccio per allievare i sintomi dolorosi della rizoartrosi. La riabilitazione si compone di diverse fasi, dalla realizzazione di tutori su misura (uno per la notte ed uno per il giorno) fino alla spiegazione di esercizi fisioterapici e di nozioni di “Economia Articolare”, ovvero gesti che il paziente può mettere in atto per svolgere attività quotidiane, limitando così il sovraccarico del pollice.

Se il dolore causato dalla rizoartrosi diventa insopportabile, è indicato l’intervento chirurgico (sia in artroscopia che a cielo aperto), che viene eseguito ambulatorialmente e richiede l’anestesia dell’intero braccio.

Il pollice sarà immobilizzato per due settimane e, successivamente, limitato nei movimenti per ulteriori tre settimane.

La fisioterapia, che risulta importante tanto quanto l’intervento, è impegnativa e dura circa tre mesi.