Caratterizzata da tensione, preoccupazioni e percezione di minaccia, l’ansia è una naturale risposta del nostro organismo ad un possibile pericolo. Le persone che ne soffrono oggi, purtroppo, sono sempre più in aumento. Secondo una ricerca Istat del 2017, infatti, gli italiani che soffrono di disturbi legati a questo stato emotivo sono ben 2,5 milioni.

Come combattere l’ansia? Ne parliamo con la dottoressa Federica Lollo, Psicoterapeuta di Humanitas Mater Domini e Humanitas Medical Care Arese.

Ansia: distinguiamone l’intensità

Per una funzionale gestione dell’ansia, è essenziale saper riconoscere l’intensità di questa emozione. L’ansia, infatti, può essere di due tipi:

  • funzionale, ossia utile a metterci in allerta di fronte ad un pericolo, reagendo tempestivamente.
  • disfunzionale, quando esagerata ed ingestibile, si presenta anche con sintomi fisici non controllabili: tachicardia, sudorazione, confusione, sensazione di peso al torace e mancanza di respiro.

I consigli pratici per una quotidiana gestione dell’ansia

1 Adottare uno stile di vita sano

Riposare, seguire una dieta equilibrata, praticare sport all’aria aperta e mantenere buoni rapporti sociali: sono queste le fondamentali basi per prendersi cura di se stessi e tenere a bada gli stati d’ansia.

2 Annotare gli avvenimenti positivi della giornata

“Per aiutare i miei pazienti a mantenere un atteggiamento positivo, consiglio loro di annotare quotidianamente gli avvenimenti che durante la giornata gli hanno procurato benessere e spensieratezza. In questo modo potranno rileggerli nelle giornate “no”’, spiega la specialista.

3  Fare un elenco delle attività piacevoli da fare

Che siano impegnative come un’attività sportiva, o semplici come un caffè nel bar preferito, annotare ciò che ci piace fare può aiutarci a razionalizzare cosa può far stare bene.

4 Rimanere con la mente al presente

Cercare di concentrarsi sul presente e sulle esperienze che si stanno vivendo, senza pensare a quanto accaduto nel passato o proiettarsi nel futuro, non è facile. Per allontanare i pensieri opprimenti ed agevolare questo meccanismo, un esercizio efficace può essere eseguito durante la routine quotidiana. “Che sia mentre ci si lava i denti o si faccia la doccia, consiglio di fermarsi con la mente a quell’istante, osservando il modo in cui il nostro corpo si sente, prendendo consapevolezza delle sensazioni avvertite. In questo modo allontaneremo, almeno per un istante, le nostre preoccupazioni”, spiega la dottoressa Lollo.

5 Parlare dei propri problemi

Condividere i propri problemi è uno strumento importante per scaricare ed alleggerire i pensieri negativi. Farlo con amici, familiari, conoscenti o anche lo specialista, è il passo giusto.

“Se l’ansia si presenta in modo disfunzionale, un valido alleato per combatterla può essere lo psicologo che, con esercizi e consigli pratici, insegnerà a gestire questa emozione ed i suoi sintomi”, conclude la specialista.

Informazioni Utili

I consulti psicologici sono erogati in regime privato.

Humanitas Mater Domini
Clicca qui
Humanitas Medical Care Arese
Clicca qui
Humanitas Medical Care Busto Arsizio
Clicca qui
Humanitas Medical Care Lainate
Clicca qui
Humanitas Medical Care Varese
Clicca qui