Sin dall’esordio dell’emergenza COVID-19, Humanitas Mater Domini si è attivata per far fronte al nuovo scenario nel rispetto delle disposizioni della Direzione Generale Sanità della Regione Lombardia e a tutela della salute dei pazienti, professionisti e visitatori. Numerose sono state le misure organizzative attuate che, giorno dopo giorno, hanno visto cambiare gli spazi dell’Ospedale per rispondere tempestivamente a tutte le necessità: è stata modificata la struttura del Pronto Soccorso, definiti percorsi dedicati e separati dagli altri flussi per i pazienti sospetti o risultati positivi, organizzate degenze dedicate, riorganizzata ed ampliata la Terapia Intensiva. Sono stati sospesi alcuni servizi, le prestazioni ambulatoriali e le attività di ricovero (ad eccezione delle urgenze), la possibilità di accesso ai familiari dei degenti (senza mai interrompere la comunicazione delle condizioni cliniche) per garantire la sicurezza dei cittadini e dei professionisti.  Questo, inoltre, ha permesso di dedicare posti letto e la quasi totalità del nostro personale sanitario all’emergenza Coronavirus e, quindi, alla cura dei pazienti.

In queste settimane, grazie alla progressiva dimissione dei pazienti Covid e la diminuzione dei ricoveri, abbiamo lavorato per organizzare la parziale ripresa delle attività sanitarie (ambulatoriali e di ricovero), sempre garantendo la sicurezza dei nostri pazienti e di tutto il personale.

Come è organizzata la ripartenza.

I prossimi passi: le principali azioni

Ingresso all’Istituto

Da lunedì 4 maggio 2020, l’ingresso unico per i pazienti è da Via Bettinelli, mentre l’uscita da Via Dei Platani (Lato Portineria)
Per i dipendenti e fornitori, l’ingresso ed uscita è da Via Dei Platani.

Attività ambulatoriali

A seguito della crescente richiesta di prestazioni specialistiche ed esami, da lunedì 4 maggio 2020 abbiamo deciso in modo graduale di riattivare i servizi che Humanitas Mater Domini eroga sul territorio.
Si garantisce un’estensione degli orari delle attività e la prenotazione degli appuntamenti riservando delle tempistiche più lunghe tra una prestazione e l’altra.
Non è permesso l’ingresso degli accompagnatori, salvo casi di inabilità o paziente minorenne.

Attività di ricovero

Da venerdì 23 aprile 2020, sono stati riprogrammati i ricoveri chirurgici di natura oncologica. Dalla prima settimana del mese di Maggio, inoltre, l’attività sarà ampliata ad altre attività chirurgiche, anche con l’apertura del reparto di libera professione.
Sono sospese le visite dei parenti dei degenti, salvo eccezioni da concordare con il Coordinatore Infermieristico.

Referti on line

L’Ospedale continua ad erogare il servizio gratuito e alternativo di consegna referti. Per informazioni, clicca qui.

Le nostre misure organizzative per garantire la sicurezza dei pazienti

In tutto questo periodo sono state adottate soluzioni organizzative che hanno permesso di garantire la sicurezza dei visitatori dell’Ospedale e dei nostri professionisti. Alcune di queste saranno ancora garantite, altre implementate. In particolare:

Check point

Controlli agli ingressi dell’Istituto per le opportune rilevazioni di sicurezza (misurazione temperatura corporea, igiene delle mani e questionario). Queste misure precauzionali sono necessarie a tutela di tutti, anche per il personale interno.

Protezione dei pazienti e degli operatori

E’ garantita la fornitura e l’uniformità dei dispositivi di protezione individuali, sia per gli operatori sanitari che per i pazienti.Prima di accedere all’Istituto, inoltre, sarà consegnata a tutti i visitatori una mascherina chirurgica.
Per quanto riguarda la sanificazione degli spazi, sono state raddoppiate le operazioni di igiene.
Tutto il personale ha fatto corsi di formazione sull’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale, lavaggio delle mani, vestizione e svestizione, ecc. Questo per garantire il corretto rispetto delle norme di comportamento interne.

Distanza sociale

Per evitare l’assembramento di persone nei luoghi comuni (Accettazioni, Sale di Attesa, ecc.) e garantire la distanza di sicurezza per tutta la permanenza in Ospedale, sono stati regolamentati gli accessi e predisposte misure cautelative in tutte le aree di attesa (es. bollini distanziatori sulle sedie).

Percorsi dedicati

All’interno dell’Ospedale sono stati definiti percorsi differenziati sia a livello ambulatoriale che di ricovero per i pazienti (Sospetti Covid e non sospetti, Covid positivi e negativi) e questo permette di evitare commistioni di flussi. Team dedicati seguiranno le diverse aree e servizi.

La cura non si ferma! Ecco perché il nostro impegno è volto a rispondere a tutte le necessità, garantendo la salute e sicurezza di tutti i nostri pazienti.