Humanitas Mater Domini ha ottenuto, per la quinta volta consecutiva dal 2007, l’accreditamento Joint Commission International (JCI), ente internazionale e punto di riferimento per la certificazione della qualità dei servizi, delle cure e delle pratiche cliniche delle strutture ospedaliere nel mondo.

Simbolo dell’eccellente attenzione al paziente e dei processi organizzativi, il sigillo d’oro di JCI è stato raggiunto dall’Istituto dopo un’attenta survey da parte di 3 esaminatori statunitensi: un medico, un amministrativo ed un infermiere, con oltre 40 anni di esperienza in ambito sanitario e specifiche  competenze in ambito medico, gestione del rischio, leadership, formazione del personale, ecc.

Nella settimana dal 18 al 21 giugno, per 4 giorni consecutivi, l’Ospedale di Castellanza ha dimostrato la professionalità e competenza che lo contraddistingue quotidianamente, superando la valutazione di oltre 1.000 requisiti chiave che, per i “non addetti ai lavori”, si traducono nella qualità e sicurezza dei pazienti.

“Questo 5° accreditamento riconferma ad Humanitas Mater Domini standard di qualità ed efficienza condivisi e certificati a livello mondiale, classificandola attualmente tra le 23 realtà sanitarie italiane, unica struttura nella provincia di Varese a vantare questo riconoscimento. Un plauso, dunque, per le prestazioni cliniche, per l’attenzione  alla sicurezza del paziente e alla qualità dei servizi erogati a tutto il nostro personale”, afferma Alessandro Liguori, Amministratore Delegato dell’Istituto.

Qualità clinica: un asset realizzato con dedizione quotidiana

“Il coinvolgimento per l’accreditamento è stato generale, così come la soddisfazione una volta raggiunto il traguardo. Questa la testimonianza dell’attenzione prestata nel quotidiano ed il lavoro di squadra che si cela dietro alla qualità delle cure del nostro Ospedale. Per 4 giorni, infatti, siamo stati sotto la lente attenta degli esaminatori  che hanno valutato e verificato ogni processo, procedura e qualifica del personale dal punto di vista clinico, organizzativo (governance e leadership, educazione ed informazione del paziente) e strutturale (impianti, apparecchiature, sicurezza)”, conclude Federica Negroni, Responsabile Qualità di Humanitas Mater Domini.

Joint Commission International: l’ente di accreditamento

Joint Commission International è l’ente di accreditamento internazionale che certifica la qualità degli ospedali in tutto il mondo. Nato in America negli anni ‘50 ed oggi attivo in più di 80 Paesi, è diventato un punto di riferimento per la definizione della qualità delle strutture ospedaliere.

L’accreditamento JCI nasce dall’internazionale esigenza di una metodologia oggettiva, basata su standard di qualità, per la valutazione dei servizi sanitari. Il suo obiettivo è quello di stimolare nelle organizzazioni sanitarie la dimostrazione dei  miglioramenti continui e duraturi messi in atto, tramite l’applicazione di standard internazionali condivisi, obiettivi internazionali per la sicurezza del paziente e la misurazione di indicatori.

Ad oggi, in Italia, il percorso di accreditamento volontario è stato raggiunto da 23 Istituti Clinici.