In Humanitas Mater Domini è possibile prenotare il tampone naso-faringeo per verificare la positività a Coronavirus SARS-CoV2 per le persone che rientrano in Italia e, nei quattordici giorni antecedenti, hanno soggiornato o transitato in Croazia, Grecia, Malta o Spagna, come previsto dall’ordinanza di Regione Lombardia n. 597 del 15 agosto 2020.

È possibile effettuare il tampone naso-faringeo con il Servizio Sanitario Nazionale presso l’ATS di riferimento. In alternativa, il test può essere effettuato anche in regime privatistico presso la nostra sede di Castellanza. In questo caso non è previsto alcun rimborso da parte del Servizio Sanitario Regionale.

Sia che venga effettuato con il S.S.N. o in regime privato, sarà necessario compilare il modulo di segnalazione di rientro presso l’ATS di competenza:

ATS INSUBRIA: https://www.ats-insubria.it/aree-tematiche/covid-19/rientro-dall-estero-e-frontalieri/segnalazione-rientro-estero-2

ATS MILANO: https://portale.ats-milano.it/estero/index.php

Tamponi eseguibili anche in forma privata

Indipendentemente dai tamponi obbligatori per i rientri dalle zone sopra citate, in Humanitas Mater Domini è possibile eseguire privatamente il tampone rinofaringeo, a prescindere dall’eventuale esito del test sierologico. L’esame si esegue a partire da 6 anni d’età.

Modalità di prenotazione

Il test si può eseguire solo privatamente presso Humanitas Mater Domini, previa prenotazione telefonica, al numero 0331476210, da lunedì a venerdì, dalle 8.00 alle 18.30 (orario continuato), e il sabato, dalle 8.30 alle 13.00. Il costo è di € 70,00.

Cosa fare dopo aver effettuato il tampone

Non appena disponibile il risultato del tampone naso-faringeo, l’interessato dovrà inviare via e-mail l’esito all’ATS di riferimento, specificando nel testo il codice fiscale, la data e il luogo di effettuazione del test:

Cosa indica il risultato?

Il risultato del tampone, disponibile entro 48h, indica la positività a SARS-CoV2. In caso di esito positivo, è necessario attenersi scrupolosamente alle indicazioni previste dalle Autorità Sanitarie.

È necessario rimanere in isolamento fiduciario prima del tampone e in attesa dell’esito?

Le persone residenti o domiciliate, anche temporaneamente, in Lombardia che fanno ingresso nel territorio regionale e che nei quattordici giorni antecedenti hanno soggiornato o transitato in Croazia, Grecia, Malta o Spagna, in luogo dell’isolamento fiduciario, devono, in attesa di sottoporsi al test, attenersi all’osservanza rigorosa delle misure igienico-sanitarie indicate nell’allegato 19 del DPCM 7 agosto 2020 con particolare riguardo a:

  • l’uso delle mascherine in tutti i contatti sociali,
  • alla limitazione allo stretto indispensabile degli spostamenti, con particolare riguardo a comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute, utilizzando preferibilmente un mezzo proprio.