Che cos’è l’angioTAC?

Per angioTAC (o angioTC) si intende lo studio dei vasi (soprattutto le arterie) con metodica TAC.

I distretti vascolari maggiormente studiati sono l’aorta, le arterie degli arti inferiori, le arterie polmonari, il circolo arterioso intracranico, le carotidi (TSA).

Lo studio richiede l’utilizzo del mezzo di contrasto.

A cosa serve l’angioTAC?

L’angioTAC è utilizzata per lo studio di anomalie del sistema vascolare, aneurismi (dilatazione dei vasi), dissecazioni (scollamento della parete di un vaso), stenosi (restringimenti o occlusioni di un vaso).

Domande Frequenti (F.A.Q.)

L’angioTAC è impegnativa come l’angiografia?

No. Mentre per eseguire un’angiografia occorre pungere una arteria ed entrare all’interno dei vasi con dei dispositivi (guide e cateteri) per eseguire un’angio TAC è sufficiente posizionare un ago in una vena del braccio. Per il paziente è come eseguire un esame TAC del torace e dell’addome con mezzo di contrasto.

Cosa devo sapere sul mezzo di contrasto?

Clicca qui per tutte le informazioni.