Che cos’è l’ecografia tiroide?

L’esame è una metodica non invasiva che può essere richiesta quando esiste la necessità di studiare la ghiandola tiroidea (tiroide).

Per eseguire l’ecografia tiroide il paziente viene sdraiato supino sul lettino ecografico. Il collo deve essere liberato dai vestiti per consentire all’ecografista di appoggiare la sonda direttamente sulla cute in prossimità della tiroide.

A cosa serve l’esame?

Con l’ecografia tiroide è possibile studiare la posizione, la forma, la struttura e le dimensioni di questa ghiandola. Essa, pertanto, trova impiego nello studio dei noduli tiroidei di natura benigna o maligna e nello studio delle patologie croniche della tiroide come la tiroidite o la gola.

Informazioni Utili

Prestazioni S.S.N.: l’assenza dell’impegnativa preclude l’esecuzione della prestazione. Si ricorda che il medico di medicina generale è tenuto a scrivere sull’impegnativa: nome, cognome ed età dell’assistito, codice fiscale, prestazione richiesta, quesito diagnostico, indicazione di eventuali esenzioni e livello d’urgenza.

Prestazioni PRIVATE: non è obbligatorio essere in possesso della prescrizione medica di uno specialista, ma è comunque consigliabile.

Il giorno dell’esame il paziente deve ricordarsi di portare con sè: precedenti esamianche se eseguiti in altra sede, lettere di dimissione dopo ricoveri e farmaci assunti abitualmente.

Durata dell’esame: 15 minuti

Norme di preparazione

Non é prevista alcuna norma di preparazione.

Domande Frequenti (F.A.Q.)

Per eseguire l’ecografia tiroide serve una preparazione?

No, non serve alcuna preparazione.

È necessario portare esami ecografici o agoaspirati effettuati a carico della tiroide?

Gli esami precedenti di qualsiasi tipo effettuati per la tiroide anche in epoca pregressa devono essere portati sempre. Tramite queste indagini è possibile effettuare confronti per definire la stabilità o meno della patologia nel tempo.