A cosa serve l’esame delle urine?

L’esame chimico fisico delle urine (o esame completo delle urine), valuta alcune caratteristiche fisiche delle urine come il colore, la torbidità e la densità, ma anche alcune caratteristiche chimiche come il pH. Comprende, da un parte la misura di alcune molecole eventualmente presenti nelle urine (le proteine, il glucosio, i corpi che tonici, la bilirubina), dall’altra consente l’osservazione del sedimento urinario dopo centrifugazione, al fine di valutare l’eventuale presenza di cellule, batteri, cilindri e cristalli.L’esame completo delle urine viene richiesto per diverse patologie metaboliche, per verificare lo stato di funzionamento del rene e la presenza di infezioni delle vie urinarie

Tipo di campione e preparazione del paziente

Il campione di urine (almeno 10 ml) va raccolto preferibilmente di mattina, appena dopo essersi svegliati. Questo è infatti il momento in cui le urine sono più concentrate ed è più facile evidenziare eventuali risultati patologici. In alternativa, si possono raccogliere le urine emesse dopo almeno 2 ore dalla prima minzione.

Valori di riferimento

I valori di riferimento possono cambiare per la maggior parte degli analiti in funzione dell’età, del sesso e anche della strumentazione in uso nel singolo laboratorio. E’ pertanto preferibile consultare i range forniti dal laboratorio direttamente sul referto.Si ricorda inoltre che è importante che i risultati delle analisi vengano valutati nell’insieme dal proprio medico di fiducia che conosce il quadro anamnestico del proprio paziente.

Tempi di consegna: 2 giorni

Prenotazione: No

Eseguibili al sabato: