Che cos’è il transito esofageo?

Il transito esofageo è un esame eseguito somministrando il mezzo di contrasto, utile per evidenziare l’esofago ed eventuali sue alterazioni.Dopo aver assunto il mezzo di contrasto per via orale, al paziente verrà richiesto di ruotare in varie posizioni affinché il medico radiologo possa acquisire le immagini necessarie a studiare il canale esofageo nelle sue diverse parti.

A che cosa serve l’esame del Transito esofageo?

L’esame del Transito Esofageo è utilizzato per studiare il primo tratto dell’apparato digerente, ossia l’esofago.È particolarmente indicato per indagare la presenza o meno di reflusso esofageo, diverticoli, malattie di incoordinazione motoria e lesioni espansive toraco-mediastiniche estrinseche all’esofago.

Domande Frequenti (F.A.Q.)

Il transito esofageo è doloroso o pericoloso?

L’esame non è doloroso o pericoloso. Serve però la collaborazione del paziente che deve seguire le istruzioni del medico radiologo per la buona riuscita dell’esame. 

È possibile avere una reazione allergica durante l’esame del transito esofageo?

No, perché il mezzo di contrasto non viene assorbito dalla mucosa gastro-intestinale.

È possibile effettuare l’esame se si è in gravidanza?

No, a causa della dose di radiazioni che il feto riceverebbe.

Informazioni Utili

Prestazioni S.S.N.: l’assenza dell’impegnativa preclude l’esecuzione della prestazione. Si ricorda che il medico di medicina generale è tenuto a scrivere sull’impegnativa: nome, cognome ed età dell’assistito, codice fiscale, prestazione richiesta, quesito diagnostico, indicazione di eventuali esenzioni e livello d’urgenza.

Prestazioni PRIVATE: l’assenza della prescrizione medica di uno specialista preclude l’esecuzione della prestazione.

N.B.

Il giorno dell’esame il paziente deve ricordarsi di portare con sè:

  • precedenti esami radiologici (Radiografie, Tac, Risonanze, Ecografie, Visite, ecc.), anche se eseguiti in altra sede e lettere di dimissione dopo ricoveri;
  • elenco farmaci assunti;
  • la prescrizione medica (richiesta di uno specialista e impegnativa del medico di medicina generale)

Norme di preparazione

Rimanere a digiuno dalle ore 22.00 del giorno precedente la data di esecuzione dell’esame

Durata dell’esame: 15 minuti

 

Questo testo è stato redatto dagli specialisti di Humanitas Mater Domini. Nessuna parte di esso può essere in alcun modo riprodotta per terze parti o da queste utilizzata. Autore: Manuel Francescato, Tecnico di Radiologia Data di pubblicazione: 20/03/2015