Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sulle nostre campagne promozionali e sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di chiudere questo banner o di proseguire nella navigazione cliccando al di fuori di esso esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy
Stampa

Occhi dei bambini: i campanelli di allarme

Genitori, “aprite gli occhi” e non trascurate la vista dei bambini.
Come i piccoli devono ancora imparare a camminare e a parlare, così i loro occhi devono imparare a vedere.

Controllare la salute degli occhi fin dai primi mesi di vita, infatti, permette di individuare i problemi della vista, che non sempre si manifestano con un disturbo evidente.
Se queste anomalie sono individuate per tempo, possono essere curate e risolte.

Occhi dei bambini: i 10 campanelli di allarme

  • Occhi deviati verso l’interno o l’esterno del naso (strabismo chiaramente visibile e permanente)
  • Difficoltà del bambino ad afferrare gli oggetti che gli si porgono
  • Scorretta postura della testa, tendenzialmente inclinata quando il bambino scrive o guarda la TV
  • Fotofobia, ossia il fastidio alla luce naturale o artificiale
  • Strofinamento continuo degli occhi
  • Occhi rossi e/o ciglia con secrezione
  • Mal di testa ricorrente, soprattutto dopo una prolungata applicazione per vicino (scuola, compiti, computer, video-giochi)
  • Il bambino inciampa o cade spesso
  • Lacrimazione associata a bruciore agli occhi o sensazione di corpo estraneo (tipo sabbia)
  • Il bambino chiude un occhio per fissare un oggetto o guardare la TV

Se vi accorgete di uno o più di questi sintomi, il consiglio è quello di parlarne con il proprio pediatra e programmare una visita oculistica pediatrica.


L’importanza dei controlli

L'Associazione Internazionale per la Riabilitazione Visiva dell'Infanzia (AIERV) suggerisce il seguente calendario di osservazione del bambino, sia nato a termine che in assenza di disturbi:

  • Prima visita: 6 mesi
  • Al compimento dell'anno
  • Al momento dell'ingresso alla scuola materna e primaria (3 e 6 anni)
  • Visite periodiche ogni 1-2 anni, secondo l'indicazione dell'oculista curante.                                    

Ulteriori approfondimenti? Consulta l’Ambulatorio di Oftalmologia Pediatrica di Humanitas Mater Domini.

 

 

L'OSPEDALE

Ospedale Humanitas Mater DominiOspedale polispecialistico. Aree dedicate alla cura di malattie cardiovascolari, ortopediche, oncologiche. Centro diagnostico.

INIZIATIVE ED EVENTI

Iniziative ed Eventi Mater DominiConsulta le iniziative e gli eventi di educazione sanitaria organizzati dall'Ospedale.

NEWS

News Humanitas Mater DominiScopri le ultime novità e i consigli per vivere meglio dei nostri specialisti.

Leggi tutte le news.