Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sulle nostre campagne promozionali e sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di chiudere questo banner o di proseguire nella navigazione cliccando al di fuori di esso esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy

Malattie e disturbi

Stampa

Allergici si nasce o si diventa?

.

Le giornate si sono allungate, il primo sole riscalda l’aria.

Rilassarsi passeggiando all’aperto, magari nel parco vicino a casa, è un vero piacere. Ma non per tutti!

La bella stagione, infatti, porta con sé anche vere e proprie insidie. Sono le allergie, ossia reazioni anomale del sistema immunitario a sostanze abitualmente innocue, come ad esempio i pollini.

 

Allergia: è ereditaria?

L’allergia non è una malattia ereditaria. Si “eredita” la predisposizione del sistema immunitario a sviluppare un’allergia.

Per passare dalla predisposizione all’insorgenza di un’allergia, occorre l’esposizione, nel corso della vita, a sostanze che possono indurre un’allergia, come ad esempio alcuni pollini.

La familiarità al problema non è comunque da trascurare: la probabilità di diventare allergici, infatti. è più alta nei figli delle persone allergiche. Ssoprattutto se entrambi i genitori lo sono.

Vi sono poi anche alcuni fattori ambientali, come per esempio l’inquinamento atmosferico, o il che possono favorire una risposta di tipo allergico del sistema immunitario.

Solitamente l’allergia compare nelle prime decadi di vita, ma le eccezioni sono frequenti; per esempio, la diffusione negli ultimi 20 anni in Lombardia dell’ambrosia, pianta che produce elevate quantità di un polline molto allergizzante, ha causato l’insorgenza di allergia, per la prima volta, anche in soggetti in età avanzata.

Non farti trovare impreparato: consulta il calendario dei pollini!

Per approfondimenti, visita l'Ambulatorio di Allergologia di Humanitas Mater Domini.

 

 

 

Stampa

Incontinenza urinaria: ferma "la goccia"

.

In Italia sono quasi 2 milioni le donne che soffrono di incontinenza urinaria: insorge maggiormente conl'avanzare dell'età, può essere legato alla menopausa, conseguenza di interventi uro-ginecologici, ma è molto frequente anche in conseguenza del parto. Nell'uomo, invece, può sopraggiungere in caso di ipertrofia prostatica (aumento di dimensione della prostata) oppure dopo un intervento chirurgico di prostatectomia (rimozione della prostata).

Questa patologia troppo spesso viene sottovalutata e porta con sé riscolti negativi anche sulla psicologia, personalità e vita relazionale.

Non bisogna rassegnarsi! Da qualche mese in Humanitas Mater Domini, una soluzione terapeutica che può aiutare le persone affette da tale disturbo: Cellvital Magnetic Therapy.

 

Che cos'è la  Cellvital Magnetic Therapy?

Unica in Italia, si tratta di un'innovazione terapeutica ad alta tecnologia non invasiva che usa l’induzione magnetica per allenare e stimolare, senza contatto, i muscoli del pavimento pelvico, le natiche, le cosce e per stimolare la rigenerazione tissutale del corpo dalla regione lombare in giù.

I benefici ottenuti con questa metodologia sono difficili da raggiungere con gli esercizi fisici. Oltre al pavimento pelvico, le onde magnetiche, possono stimolare anche i muscoli delle anche, dei glutei e delle cosce.

A cosa serve la Cellvital Magnetic Therapy?

E' indicata per il trattamento di:

  • Dolore della zona pelvica
  • Dolore da artrosi anca
  • Lombalgia
  • Prevenzione dei disturbi del pavimento pelvico prima della gravidanza, dopo il parto, prima dei 60 anni
  • Allenamento e riabilitazione post-parto
  • Preparazione agli interventi sulla vescica, sull’utero e sulla prostata
  • Incontinenza dopo prostatectomia
  • Incontinenza urinaria e fecale               
  • Disfunzione erettile
  • Disturbi della potenza e della libido
  • Disturbi circolatori arti inferiori e lesioni cutanee
  • Ipotonia muscolare arti inferiori
  • Cellulite e ritenzione idrica

Vuoi approfondire l’argomento? Visita il Centro di Medicina Rigenerativa di Humanitas Mater Domini.

Stampa

28 settembre: contro la dislessia, ridiamo potere alle parole

.

Giunge alla sua conclusione il ciclo di incontri di InForma Salute. La terza stagione di questa proficua collaborazione tra la Biblioteca di Lainate e Humanitas Mater Domini vi saluta con un ultimo appuntamento, sempre mercoledì, 28 settembre, sempre alle ore 20.45, sempre presso l’Ariston Urban Center.


Nel corso della serata si esaminerà un problema abbastanza diffuso, ma ancora poco noto: la dislessia. Guidati dal dottor Tiziano Zurlo (otorinolaringoiatra) e dalla dottoressa Terruzzi (logopedista), cercheremo di capire quali sono i segnali, le cause e le terapie che caratterizzano questo disturbo.


Mercoledì 28 settembre 2016 alle ore 20.45: “Dislessia: un problema risolvibile?”. La risposta è affermativa. Dati recenti parlano di circa 300.000 bambini interessati a questo disturbo che, quando trascurato, può provocare disagi socio-emotivi, isolamento e perdita di autostima.

 

Un'anticipazione...

Ritardo nell’insorgenza della parola, complessità a distinguere la destra dalla sinistra, difficoltà nell'apprendimento della lettura, disortografia e disgrafia sono alcuni “segnali” di dislessia infantile. Trattandosi di un problema che coinvolge la voce ed il linguaggio, la terapia ideale prevede un’indispensabile collaborazione interdisciplinare che coinvolga l’otorinolaringoiatria e la logopedia.

 

Se la diagnosi viene però effettuata tempestivamente si riduce il disagio del bambino, se ne migliora l’approccio alla lettura, preservando un felice e sereno approccio alla scuola e allo studio. Il consiglio allora è… non perdere tempo, per non perdere la parola!

 

TITOLO INCONTRO: Dislessia: un problema risolvibile?
QUANDO: mercoledì 28 settembre, ore 20.45
DOVE: l’Ariston - Lainate Urban Center, largo Vittorio Veneto 17/21 (Lainate - MI)

Stampa

INCONTRO 14 settembre: sconfiggi il mal di schiena!

.

Finalmente liberi dall'incubo del mal di schiena: l'ernia del disco si cura con approcci terapeutici innovativi e mini-invasivi


il dottor Carlo A. Todaro siega le nuove frontiere dell'ortopedia per sconfiggere il mal di schienaL’estate sta finendo…ma InForma Salute è sempre qua. In atmosfera ormai autunnale, ci si ritrova ancora presso l’Ariston Urban Center, per il quinto appuntamento coordinato dalla Biblioteca di Lainate e Humanitas Mater Domini.


Il rientro dalle vacanze ci obbliga a tornare alla solita routine e, con il tran tran quotidiano, si ripresentano, odiosamente puntuali, dolori e disturbi. Il mal di schiena, con il suo corredo di fitte dolorose, rigidità muscolare e scheletrica è tra i più diffusi e noto a tutti. Pochi però conoscono le evoluzioni della chirurgia in ambito ortopedico.


Approcci terapeutici innovativi e metodiche mini-invasive sono, oggi, la risposta risolutiva per chi soffre di patologie discali come l’ernia del disco cervicale, lombare e dorsale. Offre una panoramica sull’argomento, il dottor Carlo A. Todaro, Responsabile del Centro di Chirurgia Mininvasiva della Colonna, presso l’Istituto di Castellanza.


Mercoledì 14 settembre 2016 alle ore 20.45: focus su i “Nuovi orizzonti nel trattamento delle ernie del disco”; lo specialista presenterà le diverse opzioni terapeutiche per contrastare, in maniera efficace, il dolore alla schiena correlato ad una patologia degenerativa discale. Dalla ozonoterapia fino all’intervento chirurgico: questo il percorso lungo il quale ci guiderà il dottor Todaro.


Un’anticipazione…

Quando il disturbo è tale da provocare deficit neurologici e dolore persistente, a volte invalidante, l’opzione chirurgica è la risposta.

Grazie ad un’équipe altamente specializzata e all’impiego di metodiche moderne e mini-invasive, sono molteplici i vantaggi per il paziente, come ad esempio:

  • Minore aggressività
  • Ridotta incisione chirurgica (2-3 cm)
  • Ospedalizzazione di pochi giorni
  • Rapido recupero dell’attività lavorativo, dello sforzo fisico e della pratica sportiva (nell’ordine di una o due settimane)

Consulta tutto il calendario degli appuntamenti!

Stampa

15 giugno: InForma Salute e ALLUCE VALGO

.

Paura delle conseguenze e del decorso post operatorio dell’intervento per risolvere l’alluce valgo doloroso e antiestetico?

Mercoledì 15 giugno fatti rassicurare dalle nuove tecniche mininvasive di Humanitas Mater Domini


Terza serata presso l’Ariston Urban Center, terzo incontro con gli specialisti di Humanitas Mater Domini e del Poliambulatorio di Lainate. Il ricco programma estivo di aperture serali della Biblioteca di Lainate continua ad informare e parlare di salute.


L’appuntamento di giugno si focalizza sul disturbo dell’alluce valgo e fa chiarezza in merito alle più moderne procedure adottate per trattarlo. Verrà dato particolare rilievo alla tecnica percutanea, svolta dal Centro di Chirurgia del Piede di Humanitas Mater Domini.
Relatrice della serata sarà la dottoressa Myriam Cecchi, chirurgo ortopedico.


Mercoledì 15 giugno 2016 alle ore 20.45: “Alluce valgo, non mi fai paura”. Non è un auspicio, ma una reale possibilità, offerta dalle innovative metodiche di chirurgia mini-invasiva eseguite presso l’Istituto di Castellanza. La persona affetta da alluce valgo può finalmente combattere l’antiestetica “cipolla” con un intervento preciso e poco impattante, che impiega strumentazioni discrete e richiede incisioni di pochi millimetri. Passi avanti insomma per l’ortopedia… e per i pazienti.


Un’anticipazione…

I vantaggi assicurati dalla tecnica di correzione percutanea sono:

  • Assenza di dolore post operatorio (vista l’assenza di sezionamento muscolare)
  • Rapidità (15/20 minuti di intervento)
  • Ridotte incisioni cutanee (e quindi di cicatrici)
  • Assenza di viti e fili di Kirschner (impiegate tradizionalmente per la fissazione della correzione ossea)
  • Rapido recupero della mobilità e possibilità di camminare al termine dell’operazione
  • Minor dolore post-operatorio (data la mancata sezione muscolare)
  • Assenza di dispositivi o procedure necessari ad impedire lussazioni dell’impianto
  • Riduzione al minimo delle complicanze post-operatorie e dell’utilizzo di farmaci antidolorifici e antitrombotici

...perché se conosci, puoi prevenire e curare!


TITOLO INCONTRO: Alluce valgo, non mi fai paura
QUANDO: mercoledì 15 giugno, ore 20.45
DOVE: l’Ariston - Lainate Urban Center, largo Vittorio Veneto 17/21 (Lainate - MI)

L'OSPEDALE

Ospedale Humanitas Mater DominiOspedale polispecialistico. Aree dedicate alla cura di malattie cardiovascolari, ortopediche, oncologiche. Centro diagnostico.

INIZIATIVE ED EVENTI

Iniziative ed Eventi Mater DominiConsulta le iniziative e gli eventi di educazione sanitaria organizzati dall'Ospedale.

NEWS

News Humanitas Mater DominiScopri le ultime novità e i consigli per vivere meglio dei nostri specialisti.

Leggi tutte le news.