Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sulle nostre campagne promozionali e sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di chiudere questo banner o di proseguire nella navigazione cliccando al di fuori di esso esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy

News

Stampa

Russi? Partecipa alla GIORNATA DI PREVENZIONE!

.

Con il termine “Roncopatia Cronica” ci si riferisce a problemi quali il russamento e/o apnee ostruttive notturne: disturbi molto diffusi tra la popolazione italiana (sia maschile che femminile), ma estremamente sottovalutati nelle loro conseguenze sulla salute. Un sonno disturbato, rumoroso, agitato, con frequenti interruzioni del respiro, infatti, può incidere sul benessere psico-fisico con gravi ripercussioni a carico dell’apparato cardiovascolare (ipertensione, aritmie), respiratorio, cerebrale (ridotta concentrazione, riduzione della memoria, calo del desiderio sessuale) e sul sistema metabolico.

 

Il riposo non deve rimanere solo un sogno

Presso il Centro di Diagnosi e Cura della Roncopatia di Humanitas Mater Domini e Humanitas Medical Care (Arese), visite specialistiche ed esami diagnostici (innocui e per nulla invasivi), consentono di individuare con precisione le caratteristiche del disturbo di cui soffre il paziente roncopatico, distinguendo tra il semplice russamento ed i fenomeni apneici veri e propri. Un team medico composto dal dottor Fabrizio Salamanca, in veste di Responsabile, dal dottor Alessandro Bianchi e dal dottor Fabrizio Costantini, specialisti di Otorinolaringoiatria, seguiranno i pazienti nella diagnosi e cura della roncopatia, fino alla piena e soddisfacente riconquista del sonno ristoratore.

Le indagini diagnostiche eseguite al Centro sono:

  • La Polisonnografia, ossia una registrazione a domicilio di alcuni parametri medici, rilevati durante il sonno (ad esempio regolarità del respiro, l’ossigenazione del sangue, la frequenza cardiaca, la posizione assunta per dormire, ecc.)
  • La Sleep Endoscopy: si induce il sonno mediante la somministrazione di farmaci, per potere localizzare con precisione l’origine del russamento.

Non contare le pecore, conta sulla Medicina

Una volta stilata la diagnosi, il professionista potrà procedere con il trattamento più idoneo al caso. La cura della Roncopatia Cronica (russamento e/o apnee ostruttive del sonno) comprende diversi approcci terapeutici quali:

  • Terapia ventilatoria che impiega mascherine nasali, in grado di fornire aria a pressione ed in maniera continuativa
  • Terapia medica-internistica con si focalizza sui disturbi metabolici, per contrastare obesità e sovrappeso
  • Terapia ortodontica, che utilizza dispostivi orali notturni che mantengano libere le vie respiratorie
  • Terapia chirurgica che prevede interventi mininvasivi per liberare le vie aeree, modificando alterazioni del naso, del palato molle, della base della lingua, della mandibola, delle tonsille e delle adenoidi.

Chi dorme non piglia… punti (sulla patente)

Si aggiornano le norme che regolano le modalità di rilascio della patente di guida per una migliore sicurezza stradale. Con la pubblicazione, il 13 gennaio 2016, del Decreto Legge del 22 dicembre 2015, si fa più rigorosa la valutazione dell’idoneità alla guida, per tutti coloro che soffrono di malattie neurologiche e della sindrome delle apnee ostruttive del sonno (OSAS). Quest’ultima patologia, infatti, impatta sulle prestazioni al volante, in quanto comporta sonnolenza diurna, pericolosi cali di attenzione, con i ben noti “colpi di sonno”.

È responsabilità del medico che esegue la visita per il rilascio o rinnovo della patente, riferire alla commissione medica locale gli esiti del consulto. Al guidatore con OSAS, verrà ridotta la validità della patente a un anno (per i conducenti di veicoli delle categorie C e D) oppure a tre anni (per i conducenti dei veicoli di categorie A e B), con l’obbligo di sottoporsi a cure per il trattamento della sindrome.

Russavo e non lo sapevo: scoprilo il 28 maggio, Giornata di Prevenzione dedicata

Eccessi di sonnolenza diurna, disturbi alimentari, cali di attenzione, colpi di sonno alla guida, spossatezza al risveglio, cefalee mattutine, calo nelle prestazioni fisiche. Molti potrebbero trovare familiari questi sintomi. Per indagare la qualità del proprio sonno ed eventuali disturbi roncopatici (più o meno palesi), l’appuntamento è sabato 28 maggio 2016, ad Arese, presso Humanitas Medical Care. Gli specialisti del Centro saranno presenti per visite specialistiche gratuite.

Per aderire all’iniziativa, occorre telefonare al numero 0331 476568 da lunedì al venerdì, dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 16.00, a partire mercoledì 18 maggio (fino ad esaurimento posti disponibili).

 

Stampa

Colonscopia a lieto fine: se ne parla a Rete 55

.

Progressi, innovazioni e nuove stumentazioni in Endoscopia

 

Tutti ne parlano, tutti la temono, pochi sanno che attualmente, grazie a tecniche minivasive e procedure di sedazione profonda, anche gli esami endoscopici risultano meno temibili. Oggi, la colonscopia, esame utilissimo per lo screening e la prevenzione del tumore del colon-retto non fa più paura: l’impiego di specifici farmaci che addormentano il paziente, consentono lo svolgimento dell’esame in piena tranquillità, senza disagi e con un risveglio niente affatto traumatico.  Dagli studi di Rete 55, durante la Rubrica Salute (in onda martedì 17 maggio alle ore 12.30), il dottor Benedetto Mangiavillano, neo Responsabile del Servizio di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva di Humanitas Mater Domini ci guiderà in una ricognizione nel mondo della medicina endoscopica (e delle sue innovazioni).


Un’anticipazione…


Che procedura di sedazione si adotta in Humanitas Mater Domini?


"Proprio perché non è importante solo la precisione diagnostica ma anche l’esperienza vissuta dal paziente prima, durante e dopo l’esame, in Humanitas Mater Domini si è fatta una scelta non comune, che ci colloca di diritto tra le eccellenze cliniche in Italia: presso il nostro Istituto, infatti, pratichiamo sia la gastroscopia, che la colonscopia con sedazione profonda. Ciò significa che, prima di intraprendere la procedura,  l’anestesista somministra, per via endovenosa, un farmaco che addormenta il paziente. Quest’ultimo si risveglierà solo al termine della colonscopia, senza alcun ricordo traumatico" afferma il dottor Mangiavillano.

 
Quali novità ha in serbo il Servizio di Endoscopia in Humanitas Mater Domini?


"Si attendono interessanti evoluzioni: nello specifico si attiveranno presto la gastroscopia transnasale e la ecocoloscopia - spiega il nuovo Responsabile del Servizio di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva di Humanitas Mater Domini - Si tratta di due esami di ampio raggio, che permetteranno al medico una esplorazione dettagliata del tratto superiore e inferiore dell’apparato digerente. Nel caso dell’esame gastroscopico per via nasale si impiegherà uno strumento del calibro di soli 5 millimetri e quindi poco invasivo. Il suo utilizzo consentirà al paziente di avere la bocca e la gola libere, potendo così comunicare con i medico e gli infermieri in ogni momento. Serbiamo aspettative anche verso la EUS, ossia la ecocolonscopia, per la diagnosi completa dell’apparato digerente, del pancreas  e delle vie biliari". La sonda dedicata all’esame permetterà inoltre di effettuare biopsie in tempo reale, con la raccolta di ridotti ma significativi campioni di tessuto da esaminare.

 

Per approfondimenti sui trattamenti attivi presso il Servizio di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva di Humanitas Mater Domini, l’appuntamento è alle ore 12.30 su Rete 55 al termine del telegiornale, ed in replica alle 19.30.

Stampa

Non c’è estate senza InForma Salute

.

Le serate informative promosse da Humanitas Mater Domini
tornano all’Ariston – Lainate Urban Center

 

 

 

La cultura della salute non conosce pause, neppure quelle estive. Anche per il 2016, InFormaSalute presenta un calendario di eventi che vi accompagnerà da maggio fino a settembre, toccando temi diversi con specialisti e professionisti di Humanitas Mater Domini. Gli argomenti spazieranno dalla chirurgia venosa, fino alla logopedia, passando per l’ortopedia e la psicologia.


Il ciclo, di ben 6 incontri, avrà luogo il mercoledì dalle ore 20.45, presso l’Ariston - Lainate Urban Center, in occasione della programmazione estiva della Biblioteca Comunale.
Ogni appuntamento è libero e rivolto a tutti.

 

Sempre attuali – Il desiderio rimane quello di offrire una rassegna variegata e accattivante: per questo motivo si sono coinvolti specialisti di ambiti e aree mediche diverse. Qui di seguito una agile agenda estiva:

  • 11 maggio – “Con il laser, vene varicose addio!” a cura del Dr. Giorgio Ovidio Bitossi
  • 25 maggio – “Protesi all’anca, sollievo dall’artrosi” a cura del Dr. Franco Baldo e della Dr.ssa Cristina Bonora
  • 15 giugno – “Alluce valgo, non mi fai paura!” a della Dr.ssa Myriam Cecchi
  • 22 giugno – “Trasgredire per stare bene: benessere mentale, equilibrio ormonale, alimentazione e sessualità” a cura della Dr.ssa Elena Corradini, della Dr.ssa Pamela Franchi, della Dr.ssa Laura Carabelli, della Dr.ssa Barbara Pirali, e dell’ostetrica Eleonora Bernardini.
  • 14 settembre – “Nuovi orizzonti nel trattamento delle ernie del disco” a cura del Dr. Carlo A. Todaro
  • 28 settembre – “Dislessia: un problema risolvibile?” a cura del Dr. Tiziano Zurlo e della logopedista Noemi Terruzzi

 

Un’anticipazione…


Con il laser vene varicose addio! - La terza edizione di InForma Salute verrà inaugurata dal dottor Giorgio Ovidio Bitossi, specialista presso il Centro di Chirurgia Venosa di Humanitas Mater Domini. Si parlerà dei trattamenti più innovativi per curare le antiestetiche e dolorose vene varicose.


Ad oggi, l’impiego di una fibra laser, inserita intravena, consente di distruggere in maniera irreversibile la parete del vaso malato che verrà poi riassorbito come fosse un banale ematoma. Questa procedura chirurgica, diversamente da quella tradizionale, garantisce numerosi vantaggi al paziente tra cui:

  • Utilizzo di anestesia locale
  • Assenza di incisioni cutanee
  • Assenza di dolori post operatori
  • Riduzione dei tempi di degenza (la dimissione può effettuarsi a 1-2 ore dall’intervento)
  • Riduzione del rischio di traumatismi dei tessuti e danni nervosi periferici
  • Ripresa della mobilità a poche decine di minuti dal trattamento
  • Ripresa delle comuni attività quotidiane nell’arco di pochi giorni
  • Ottima resa estetica

...perché se conosci, puoi prevenire e curare!

 

L'OSPEDALE

Ospedale Humanitas Mater DominiOspedale polispecialistico. Aree dedicate alla cura di malattie cardiovascolari, ortopediche, oncologiche. Centro diagnostico.

INIZIATIVE ED EVENTI

Iniziative ed Eventi Mater DominiConsulta le iniziative e gli eventi di educazione sanitaria organizzati dall'Ospedale.

NEWS

News Humanitas Mater DominiScopri le ultime novità e i consigli per vivere meglio dei nostri specialisti.

Leggi tutte le news.