Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sulle nostre campagne promozionali e sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di chiudere questo banner o di proseguire nella navigazione cliccando al di fuori di esso esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy

News

Stampa

9 luglio: l'agopuntura ti aspetta

.

 

Sabato 9 luglio, l’agopuntura varca la soglia di Humanitas Medical Care: incontri gratuiti con gli esperti, per una giornata dedicata alla promozione ed informazione di questa pratica medica venuta dall’Oriente.

 

Nuovo appuntamento con la salute in Humanitas Medical Care. Sabato 9 luglio, negli ambulatori del Centro, sarà organizzata una giornata dedicata all’agopuntura, con consulti gratuiti e possibilità di testare questa pratica medica orientale.


Una medicina antica a servizio dei disturbi della vita moderna

 

Terapia del dolore, disturbi neurologici, otorinolaringoiatrici, dermatologici, digestivi, ematici, urogenitali, cardiovascolari, ginecologici ed ostetrici: a questi e molti altri problemi risponde l’agopuntura.


Detta anche Cura con l’ago d’oro, l’agopuntura nasce circa 3000 anni fa nell’area geografica a cavallo di Cina, Tibet e Mongolia. Nel tempo, questa pratica si è diffusa anche in Occidente fino ad integrarsi con la Medicina tradizionale.

L’agopuntura è perfettamente complementare a qualunque terapia fisica e farmacologica. Non prevede controindicazioni né effetti collaterali, ma vanta un’apprezzabile efficacia (fin dalle prime sedute) e contribuisce a migliorare sensibilmente la qualità di vita dei pazienti. Rimane ancora una certa diffidenza circa l’agopuntura, ma si tratta di miti che vogliamo sfatare appunto facendo conoscere questa tecnica terapeutica. Quando ci si sottopone ad una seduta di agopuntura si scopre, con una certa sorpresa, che non si avverte alcun dolore, ma un lieve fastidio quasi similare ad una banale puntura di insetto. Anche sotto il profilo igienico non c’è alcun pericolo: la strumentazione utilizzata è in acciaio chirurgico, sterile e monouso”. Precisano la dottoressa Michela Cassinotti e la dottoressa Simonetta Pagella, specialiste di Humanitas Medical Care.

 

la pratica dell'agopuntura tra curiosità, benefici e trattamenti

 

 

Provare per credere: l’agopuntura al Centro

 

Per sconfiggere le paure che spesso, ed erroneamente, accompagnano l’agopuntura, sabato 9 luglio Humanitas Medical Care organizza uno spazio con focus su questa pratica. Due specialiste, la dottoressa Michela Cassinotti e la dottoressa Simonetta Pagella saranno pronte a rispondere a domande e curiosità. Per chi lo chiedesse sarà inoltre possibile avere una breve dimostrazione gratuita di una seduta di agopuntura.  
 
Per aderire all’iniziativa, occorre telefonare al numero 0331 476568 da lunedì al venerdì, dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 16.00, a partire da mercoledì 29 giugno (fino ad esaurimento posti disponibili).

 

Stampa

15 giugno: InForma Salute e ALLUCE VALGO

.

Paura delle conseguenze e del decorso post operatorio dell’intervento per risolvere l’alluce valgo doloroso e antiestetico?

Mercoledì 15 giugno fatti rassicurare dalle nuove tecniche mininvasive di Humanitas Mater Domini


Terza serata presso l’Ariston Urban Center, terzo incontro con gli specialisti di Humanitas Mater Domini e del Poliambulatorio di Lainate. Il ricco programma estivo di aperture serali della Biblioteca di Lainate continua ad informare e parlare di salute.


L’appuntamento di giugno si focalizza sul disturbo dell’alluce valgo e fa chiarezza in merito alle più moderne procedure adottate per trattarlo. Verrà dato particolare rilievo alla tecnica percutanea, svolta dal Centro di Chirurgia del Piede di Humanitas Mater Domini.
Relatrice della serata sarà la dottoressa Myriam Cecchi, chirurgo ortopedico.


Mercoledì 15 giugno 2016 alle ore 20.45: “Alluce valgo, non mi fai paura”. Non è un auspicio, ma una reale possibilità, offerta dalle innovative metodiche di chirurgia mini-invasiva eseguite presso l’Istituto di Castellanza. La persona affetta da alluce valgo può finalmente combattere l’antiestetica “cipolla” con un intervento preciso e poco impattante, che impiega strumentazioni discrete e richiede incisioni di pochi millimetri. Passi avanti insomma per l’ortopedia… e per i pazienti.


Un’anticipazione…

I vantaggi assicurati dalla tecnica di correzione percutanea sono:

  • Assenza di dolore post operatorio (vista l’assenza di sezionamento muscolare)
  • Rapidità (15/20 minuti di intervento)
  • Ridotte incisioni cutanee (e quindi di cicatrici)
  • Assenza di viti e fili di Kirschner (impiegate tradizionalmente per la fissazione della correzione ossea)
  • Rapido recupero della mobilità e possibilità di camminare al termine dell’operazione
  • Minor dolore post-operatorio (data la mancata sezione muscolare)
  • Assenza di dispositivi o procedure necessari ad impedire lussazioni dell’impianto
  • Riduzione al minimo delle complicanze post-operatorie e dell’utilizzo di farmaci antidolorifici e antitrombotici

...perché se conosci, puoi prevenire e curare!


TITOLO INCONTRO: Alluce valgo, non mi fai paura
QUANDO: mercoledì 15 giugno, ore 20.45
DOVE: l’Ariston - Lainate Urban Center, largo Vittorio Veneto 17/21 (Lainate - MI)

Stampa

25 giugno: PREVENZIONE DERMATOLOGICA

.

La pelle è la prima e più importante difesa dal mondo esterno. È perciò importante prendersene cura e tutelarla con attenzione. Sabato 25 giugno, presso Humanitas Mater Domini (Castellanza) e Humanitas Medical Care (Arese), specialisti dermatologi saranno disponibili per offrire consulti gratuiti individuali, rispondere a dubbi, curiosità, fornire indicazioni e consigli per salvaguardare la pelle.

imparare a proteggere la pelle con buone abitudini e controlli dermatologici: consulti gratuiti
Sembra un neo ma non è...

Il melanoma – spiega il dottor Gian Luca Nolli, specialista di Humanitas Mater Domini - è un tumore che colpisce la pelle e può avere le sembianza di un comune e innocuo neo. Alla sua origine vi è la degenerazione di alcune cellule dell’epidermide chiamate melanociti. Questi ultimi possono essere classificati secondo 4 tipologie: esiste il melanoma a diffusione superficiale, la lentigo maligna, il melanoma lentigginoso acrale ed il melanoma nodulare”.

Non rimetterci la pelle: una prevenzione in attesa dell’estate

Sabato 25 giugno, Humanitas Mater Domini e Humanitas Medical Care parteciperanno allo Skin Cancer Day, dedicando consulti individuali gratuiti a quanti vogliono apprendere comportamenti e abitudini corrette per esporsi al sole, o desiderano chiedere il parere del dermatologo circa alcuni nei “sospetti”.


Per aderire all’iniziativa, occorre telefonare al numero 0331 476568 da lunedì al venerdì, dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 16.00, a partire da lunedì 13 giugno (fino ad esaurimento posti disponibili).

Conosci te stesso, conosci i tuoi nei

Il melanoma potrebbe risultare fatale se non individuato tempestivamente: per tale motivo la diagnosi precoce rimane la strategia vincente per salvaguardare la propria salute. Ciascuno dovrebbe, con regolarità, osservare i propri nei, rilevandone eventuali cambiamenti. Proprio per guidare il paziente in questa prima autodiagnosi (che non sostituisce però il consulto specialistico), esistono poche regole:

  • L’alfabeto dei nei: le prime cinque lettere dell’alfabeto corrispondono ad altrettanti criteri e parametri da valutare con costanza per riconoscere un neo anomalo (asimmetria, forma dei bordi, colore, dimensione, evoluzione)
  • La legge del brutto anatroccolo: se un nevo si discosta dagli altri per forma, colore e spessore (proprio come l’anatroccolo dal resto della nidiata), dovrebbe essere posto all’attenzione del dermatologo.

Piccolo ma insidioso

Negli ultimi decenni si sta assistendo ad un significativo incremento del melanoma cutaneo. Secondo alcune stime, in soli 10 anni, sarebbero raddoppiati i casi di tumore alla pelle tra la popolazione mondiale, con vittime anche “young”, al di sotto dei 30 anni. Nel nostro Paese si registrano circa 13 casi ogni 100.000 persone, distribuite equamente tra uomini e donne (3.150 casi annuali maschili contro 2.850 femminili).


Principale responsabile dell’insorgenza di tumori alla pelle è una eccessiva esposizione solare. I raggi ultravioletti infatti, oltre a provocare ustioni, invecchiamento precoce e cataratta, possono, a lungo andare, causare melanomi.


La soluzione non è certo fuggire dal sole ma sapere quando e come concedersi una sana “tintarella”. Il consiglio rimane sempre quello di proteggersi con creme e lozioni solari adeguate alla propria pelle, evitare le ore più calde della giornata per abbronzarsi, indossare cappellini e occhiali da sole,  idratare la pelle dopo ogni “seduta” in spiaggia” conclude il dottor Luca Speroni, dermatologo di Humanitas Medical Care.

L'OSPEDALE

Ospedale Humanitas Mater DominiOspedale polispecialistico. Aree dedicate alla cura di malattie cardiovascolari, ortopediche, oncologiche. Centro diagnostico.

INIZIATIVE ED EVENTI

Iniziative ed Eventi Mater DominiConsulta le iniziative e gli eventi di educazione sanitaria organizzati dall'Ospedale.

NEWS

News Humanitas Mater DominiScopri le ultime novità e i consigli per vivere meglio dei nostri specialisti.

Leggi tutte le news.