La Tizanidina è utilizzata principalmente per trattare la spasticità, un disordine motorio, rilassando temporaneamente il tono muscolare.

Che cos’è la Tizanidina?

La Tizanidina agisce bloccando gli impulsi nervosi che trasmettono i segnali di dolore verso il cervello.

Come si assume la Tizanidina?

La Tizanidina si assume per via orale sotto forma di compresse o capsule.

Effetti collaterali della Tizanidina

La Tizanidina può danneggiare il fegato.

Fra gli altri suoi possibili effetti collaterali sono inclusi:

  • sonnolenza o capogiri
  • ansia o nervosismo
  • intorpidimenti o pizzicori
  • mal di stomaco, diarrea, costipazione, vomito
  • febbre
  • secchezza delle fauci
  • debolezza muscolare, mal di schiena
  • aumento del tono muscolare o degli spasmi
  • sudorazione o eruzione cutanea

È bene contattare subito un medico in caso di:

  • eruzione cutanea
  • orticaria
  • prurito
  • difficoltà respiratorie
  • senso di oppressione al petto
  • gonfiore di bocca, volto, labbra o lingua
  • sensazione di avere la testa leggera, svenimenti, rallentamento del battito cardiaco
  • allucinazioni, confusione, pensieri o comportamenti insoliti
  • nausea, mal di stomaco, febbriciattola, perdita dell’appetito, urine scure, feci color argilla, colorazione giallastra della pelle
  • bruciore o dolore durante la minzione

Avvertenze sull’utilizzo della Tizanidina

La Tizanidina è un farmaco dall’azione rapida: deve essere assunto solo quando è necessario alleviare gli spasmi muscolari per le attività quotidiane. Non va mai assunto più di 3 volte al giorno. Inoltre, bisogna ricordare che sostituire il tipo di farmaco (capsula, compressa..) o modificare il modo di assumerlo può portare ad un aumento degli effetti collaterali o ad una sua minore efficacia.

Il trattamento non è indicato nel caso in cui si assuma già Fluvoxamina o Ciprofloxacina.

In alcune situazioni, ridurre il tono muscolare può mettere in pericolo il soggetto stesso. Non bisogna inoltre dimenticare che alcuni farmaci, quali altri che hanno azione rilassante o che provocano sonno (narcotici), così come gli alcolici, possono aumentare la sonnolenza indotta dalla tiazinadina.

L’assunzione del farmaco può compromettere le capacità di guidare o di manovrare macchinari pericolosi, mentre sospendere il trattamento può portare a sintomi di un’astinenza.

Prima di assumere Tizanidina è importante informare il medico:

  • di allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti o ad altri farmaci o alimenti;
  • dei medicinali, dei fitoterapici e degli integratori assunti, citando in particolare Aciclovir, Cimetidina, Famotidina, Ticlopidina, Zileuton, pillola anticoncezionale, antibiotici, farmaci per la pressione alta o medicinali contro anomalie del ritmo cardiaco;
  • se si soffre (o si ha sofferto) di malattie epatiche o renali, pressione alta o bassa o prolungamento dell’intervallo QT (tempo necessario ai ventricoli del cuore per contrarsi);
  • in caso di gravidanza o allattamento.