L’amenorrea è la mancanza del ciclo mestruale. Di solito si usa questa parola quando le perdite mestruali saltano almeno tre volte di seguito o se entro i 15 anni non è ancora apparsa la prima mestruazione. Oltre alla gravidanza, tra le eventuali ragioni di amenorrea troviamo anche disturbi agli organi riproduttivi o alle ghiandole che collaborano alla regolazione dei livelli di ormoni.

Quali patologie si possono collegare all’amenorrea?

Le malattie che si possono collegare all’amenorrea sono le seguenti:

Acromegalia

Malattia di Wilson

Sindrome dell’ovaio policistico

Si rammenta che questo non è un elenco completo e che è sempre meglio consigliarsi con il proprio dottore di fiducia in presenza di continuazione dei sintomi.

Quali sono le soluzioni per l’amenorrea?

La cura dell’amenorrea dipende dalla sua origine. Qualche volta può risultare utile prendere contraccettivi a base di ormoni, altre volte, per esempio quando sono coinvolte la tiroide o l’ipofisi, bisogna prendere medicinali specifici.

Nell’eventualità in cui, invece, l’amenorrea sia causata dalla presenza di un tumore o da un disturbo strutturale potrebbe esserci bisogno di intervenire chirurgicamente.

Con amenorrea quando andare dal proprio dottore?

Quando le mestruazioni saltano più di tre cicli consecutivi è meglio andare da un dottore. Un consulto è necessario anche per le ragazze che hanno già compiuto 15 anni ma che non hanno mai avuto perdite mestruali.

 

Questo testo è stato redatto dagli specialisti di Humanitas Mater Domini.

Nessuna parte di esso può essere in alcun modo riprodotta per terze parti o da queste utilizzata.

Data di pubblicazione: 19/07/2017