La cardiochirurgia è la branca della medicia che studia le malattie cardiovascolari che richiedono  per la loro cura un trattamento chirurgico.

Di cosa si occupa il cardiochirurgo?

Il cardiochirurgo è un chirurgo specializzato negli interventi chirurgici sul cuore e sui vasi sanguigni, che consentono di limitare i danni provocati da quelle malattie e quei disturbi dell’apparato cardiovascolare cui la terapia medica non ha fornito soluzione.

Oltre ad occuparsi di trapianti di cuore, il cardiochirurgo esegue vari tipi di interventi al cuore, ai vasi sanguigni, ed a volte può impiantare apparecchi che consentono al cuore di pompare il sangue al resto dell’organismo.

Quali sono le patologie trattate dal cardiochirurgo?

Le patologie e le condizioni più spesso trattate dal cardiochirurgo sono le seguenti:

  • le valvulopatie
  • le cardiopatie congenite
  • l’aneurisma della radice aortica
  • aneurismi dell’aorta ascendente
  • aneurismi dell’arco aortico
  • la coronarosclerosi ostruttiva
  • la cardiomiopatia dilatativa post-ischemica
  • l’insufficienza mitralica acuta post-infartuale da rottura di papillare
  • il difetto interventricolare postinfartuale
  • la fibrillazione atriale
  • le aritmie
  • la dissecazione aortica acuta
  • l’angina

Quali sono le procedure più utilizzate dal cardiochirurgo?

Il cardiochirurgo usa varie procedure. Alcune di esse, quali gi interventi a cuore aperto che sono alquanto invasive. Altre invece prevedono solo l’esecuzione di piccole incisioni tra le costole. Tra le procedure più frequenti vi sono:

  • il bypass coronarico
  • l’angioplastica
  • la sostituzione di una valvola cardiaca
  • l’aterectomia
  • la cardiomioplastica
  • il trapianto di cuore
  • l’ablazione con radiofrequenza
  • l’impianto di stent
  • la rivascolarizzazione transmiocardica
  • l’impianto di pacemaker o di altri sistemi per assistere l’attività del cuore

Quando chiedere un appuntamento con il cardiochirurgo?

Un appuntamento con il cardiochirurgo è necessario quando prescritto dal cardiologo. Di norma il medico di base, può prescrivere una visita cardiologica nel momento in cui ha un sospetto dai sintomi riferiti paziente. Il cardiologo visita il paziente, e lo indirizza al cardiochirurgo solo se ritiene necessario un intervento chirurgico.