-2proPSA e PHI é un marker che permette di selezionare più accuratamente il rischio di tumore alla prostata nei pazienti con PSA elevato (Antigene Prostatico Specifico) e indagini bioptiche negative.

Da qualche mese, è possibile eseguirlo nei Centri Prelievi di Humanitas Mater Domini (Castellanza), di Busto Arsizio, Lainate ed Arese.

Si tratta di un test più specifico rispetto al PSA totale e al PSA libero. Non li sostituisce, ma li affianca.

“Si esegue attraverso un comune prelievo di sangue. Questa nuova analisi, risultando più accurata del PSA totale, è in grado di selezionare con miglior precisione il rischio di tumore prostatico misconosciuto, limitando in questo modo il numero di biopsie non necessarie. Il marcatore «-2proPSA» e l’algoritmo “phi (Prostate Health Index – Indice di salute della prostata), deve essere utilizzato affiancando il PSA totale e la biopsia, allo scopo di ottenere una diagnosi più accurata e specifica”, spiega il dottor Gianluigi Taverna, responsabile Unità Operativa di Urologia di Humanitas Mater Domini.

Informazioni utili

L’esame non è convenzionato con il Servizio sanitario Nazionale. Si può eseguire solo privatamente.

L’esame è eseguibile, previa prenotazione, presso: