Spesso considerata una patologia della terza età, l’artrosi dell’anca può essere diagnosticata anche nei più giovani. Con il dottor Franco Baldo, Responsabile di Ortopedia e Traumatologia di Humanitas Mater Domini, parliamo del trattamento di questa malattia.

Primi sintomi? Ecco come riconoscere l’artrosi d’anca

Quando si iniziano ad avvertire i primi sintomi, come dolore nella zona anteriore dell’anca con irradiazione al ginocchio e dolore al gluteo, è utile rivolgersi ad un ortopedico che, grazie ad una visita approfondita, potrà accertare il sospetto di artrosi. Per confermare la diagnosi, però, spesso è anche necessario eseguire una radiografia del bacino ”, spiega lo specialista.

Quando si conferma la diagnosi di artrosi d’anca, possono essere prescritte diverse terapie, da quelle conservative (es. riabilitazione) all’intervento chirurgico, se il dolore è persistente e le semplici attività quotidiane sono compromesse. L’indicazione finale è sempre a definita dallo specialista e condivisa con il paziente.

Protesi d’anca: Humanitas Mater Domini è ‘al passo’ nella chirurgia protesica

L’ artoprotesi d’anca per via anteriore è l’approccio eseguito in Humanitas Mater Domini, unica struttura nella provincia di Varese a praticare questo tipo di intervento.
L’artoprotesi d’anca per via anteriore è un tecnica relativamente recente, di difficile esecuzione e dai numerosi vantaggi per il paziente, come: riduzione del rischio di lussazione, zoppia e calcificazioni, migliore stabilità dell’articolazione, minore perdita di sangue e ridotto dolore post-operatorio”, spiega lo specialista.

Informazioni Utili

Il dottor Franco Baldo, esperto di chirurgia protesica, ha eseguito oltre 5.000 interventi di chirurgia maggiore e minore, 1.500 dei quali dedicati all’impianto di protesi d’anca per via anteriore.

Il dottor Franco Baldo, Responsabile di Ortopedia e Traumatologia di Humanitas Mater Domini, svolge attività ambulatoriale anche in Humanitas Medical Care Varese – Tel. 0332 288638