Consulti ed esami gratuiti per le donne di tutte le età

Anche quest’anno torna l’(H)Open Week organizzato da Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere. L’iniziativa, fissata per il 22 aprile, è stata posticipata a luglio a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

“È un’occasione importante per tutte le donne – sottolinea Francesca Merzagora, Presidente di Fondazione Onda – per confermare e rilanciare oggi più che mai il tema della prevenzione. Il Covid-19 ha allungato le liste d’attesa negli ospedali, mentre alcuni esami e visite rischiano tuttora di saltare”.
Secondo quanto calcolato dal Crems, il Centro di ricerca di economia e management in Sanità dell’Università Carlo Cattaneo di Castellanza (Va), in questi mesi di emergenza sono saltati 12,5 milioni di esami diagnostici, 20,4 milioni di analisi del sangue, 13,9 visite specialistiche e oltre 1 milione di ricoveri. “È proprio in questo contesto – conclude la dottoressa Merzagora – che, in attesa di provvedimenti mirati, un terzo delle strutture del circuito Bollini Rosa ha deciso di aderire a questa iniziativa dopo avere fronteggiato l’emergenza. In questa fase, in cui prevale la speranza di tornare presto alla normalità, l’adesione del nostro network è sicuramente un segnale positivo di attenzione verso i cittadini e di voglia di ricominciare più forti di prima».

Humanitas Mater Domini ha aderito con entusiasmo all’iniziativa riorganizzando, per sabato 18 luglio, consulti ed esami gratuiti dedicati alle donne.
Diverse sono le aree specialistiche coinvolte: ginecologia, ostetricia, oculistica, dietologia.

Programma delle iniziative

CONSULTI

Ore 10.00 – 12.00 

Contraccezione e sessualità
Come vivere la sessualità in modo consapevole? Quali sono i metodi contraccettivi per una sessualità serena e responsabile?
Uno specialista per te: la dottoressa Elena Corradini (Ginecologa)

Menopausa e i cambiamenti nella donna
Come affrontare questa nuova fase della vita? Quali i cambiamenti?
Uno specialista per te: la dottoressa Emanuela Giorgetti (Ginecologa)

Ovaio-policistico e menopausa: un aiuto dall’alimentazione
Dieta e stile di vita possono ridurre l’incremento di peso e prevenire le vampate ?Alimentazione e attività fisica possono migliorare l’insulinoresistenza, meccanismo patologico alla base dell’ovaio policistico.
Uno specialista per te: la dottoressa Laura Carabelli (Dietologa)

ESAMI

Ore 9.30 – 12.30
Valutazione occhio secco
Soffri di eccessiva lacrimazione agli occhi? Fastidio alla luce? Bruciore? Hai la sensazione di avere un corpo estraneo nell’occhio?Uno specialista per te: la dottoressa Monica Ragazzini (Oculista).
(L’iniziativa è riservata alle donne in menopausa o che si stanno apprestando a vivere questo delicato momento)

Ore 11.45 – 12.45
Pap test
(Riservato a donne dai 25 ai 64 anni, che non abbiano eseguito un pap test negli ultimi 3 anni)

Come partecipare?

La partecipazione è gratuita, previa prenotazione online ,a partire da lunedì 6 luglio (sino esaurimento posti disponibili).
Clicca qui per riservare il posto.

—————————————————————————————————————————————————

IMPORTANTE

Humanitas Mater Domini ha da tempo messo in campo tutte le misure di sicurezza volte a garantire la sicurezza dei pazienti e del personale ospedaliero. Un impegno che passa anche dall’aggiornamento periodico alla gestione dell’emergenza di tutto il personale.

Per l’occasione, la sicurezza dei partecipanti passerà da:

  1. Postazioni di check point dedicate alle opportune verifiche di sicurezza (misurazione temperatura corporea, igiene delle mani e questionario)
  2. Soluzioni idroalcoliche igienizzanti per l’igiene della mani
  3. Estensione degli orari dei consulti per garantire una corretta areazione dell’ambulatorio
  4. Dispositivi di protezione personale (mascherina e guanti) utilizzati, a necessità, dagli specialisti coinvolti
  5. Sterilizzazione e areazione degli ambienti e strumenti utilizzati

La collaborazione dei partecipanti è importante: per l’occasione è fortemente consigliato presentarsi in struttura senza accompagnatore e senza monili (gioielli, bracciali, anelli ecc). Le persone con sintomi respiratori (tosse, raffreddore, dispnea, difficoltà respiratorie) o con sintomi suggestivi (vomito, diarrea, alterazione dell’olfatto e/o del gusto, dolori osteo-articolari e astenia profusa) non devono recarsi presso l’Ospedale. In caso di febbre entro le ultime 48h (temperatura >= 37.5C), telefonare al proprio Medico di Medicina Generale, anche prima di accedere eventualmente al Pronto Soccorso, se da lui indicato.

Per maggiori informazioni sulle misure di sicurezza, clicca qui e scopri di più.