A cosa serve lo spermiogramma?

Lo spermiogramma rappresenta l’analisi del liquido seminale e serve ad evidenziare le varie componenti e le varie caratteristiche dello sperma al fine di dare un giudizio sulla fertilità e sullo stato di salute di tutto l’apparato genitale maschile. Lo spermiogramma prevede una valutazione macroscopica e microscopica del seme. L’analisi macroscopica valuta l’aspetto/colore, il pH, il volume la liquefazione e la viscosità del campione. L’analisi microscopica fornisce informazioni sulla componente spermatica: concentrazione, motilità e morfologia degli spermatozoi.

Tipo di campione e preparazione del paziente

Lo spermiogramma si esegue su un campione raccolto per masturbazione. Il campione deve essere raccolto presso l’Istituto in un contenitore idoneo che viene consegnato dopo l’accettazione dell’esame.
Il paziente deve osservare un corretto periodo di astinenza da ogni attività sessuale che va da 2 a 7 giorni. Non deve aver assunto alcuna terapia antibiotica, ovvero devono essere trascorsi almeno 15 gg dall’assunzione dell’ultimo antibiotico, e non deve aver avuto febbre alta nei 15 gg precedenti l’esame. L’esame va comunque effettuato dopo un periodo di benessere fisico di almeno 90 giorni. Infezioni virali, episodi febbrili e/o l’assunzione di farmaci possono modificare temporaneamente la qualità del liquido seminale.

Intervalli e valori di riferimento

WHO 2010

Tempi di consegna

2 giorni

Prenotazione

Sì – L’esame è eseguibile solo privatamente il lunedì ed il venerdì pomeriggio.

Eseguibile al sabato

No

News

Leggi i consigli dei nostri specialisti:

Spermiogramma: un esame per lui

Infertilità di coppia? Un ambulatorio per voi