Che cos’è il tubo digerente?

Il tubo digerente è un esame contrastografico per studiare la parte superiore dell’apparato digerente, ossia esofago, stomaco e duodeno. Il paziente, posto sull’apparecchio radiologico, viene invitato ad assumere il mezzo di contrasto per bocca ed una soluzione gassosa, che aiuta a generare una piccola quantità d’aria nel tratto in esame.

A cosa serve il tubo digerente?

L’esame del tubo digerente è indicato particolarmente per diagnosticare malattie di tipo ulcerativo, gastriti, tumori (neoplasie) infiltranti o primitivi e ernie iatali.

Come si svolge l’esame del Tubo digerente a doppio contrasto?

Durante l’esame, che si svolge sia in piedi sia sdraiati, il paziente viene invitato a girarsi nelle varie inclinazioni più opportune per osservare le diverse porzioni del tubo digerente. Nel corso dell’esame, il radiologo chiederà al paziente di restare immobile ed in apnea per gli istanti necessari ad acquisire le immagini più importanti.

Informazioni Utili

Prestazioni S.S.N.: l’assenza dell’impegnativa preclude l’esecuzione della prestazione. Si ricorda che il medico di medicina generale è tenuto a scrivere sull’impegnativa: nome, cognome ed età dell’assistito, codice fiscale, prestazione richiesta, quesito diagnostico, indicazione di eventuali esenzioni e livello d’urgenza.

Prestazioni PRIVATE: l’assenza della prescrizione medica di uno specialista preclude l’esecuzione della prestazione.

Durata dell’esame: 20 – 30 minuti

Norme di preparazione

  • Rimanere a digiuno dalle ore 22.00 del giorno precedente la data di esecuzione dell’esame
  • Ricordarsi di portare con sé la seguente documentazione: la prescrizione medica (richiesta di uno specialista o impegnativa del medico di medicina generale), eventuali esami precedenti, lettere di dimissione dopo ricoveri, elenco dei farmaci assunti abitudinariamente.

Domande Frequenti (F.A.Q.)

Il tubo digerente a doppio contrasto è doloroso o pericoloso?

L’esame del tubo digerente a doppio contrasto non è doloroso o pericoloso. È però richiesta la collaborazione del paziente che dovrà seguire le istruzioni dell’operatore medico radiologo.

Cosa si intende per doppio contrasto?

Oltre all’introduzione del mezzo di contrasto radiopaco, si introduce un farmaco che produce una miscela gassosa (aria) per distendere le viscere.

Posso avere una reazione allergica durante l’esame del tubo digerente?

No, poiché il mezzo di contrasto non viene assorbito dalla mucosa gastro-intestinale.

È possibile sottoporsi all’esame qualora non si possa stare in piedi?

No, è necessario svolgere l’esame del tubo digerente in stazione eretta.

 

Questo testo è stato redatto dagli specialisti di Humanitas Mater Domini. Nessuna parte di esso può essere in alcun modo riprodotta per terze parti o da queste utilizzata.

Autore: Manuel Francescato, Tecnico del Servizio di Radiologia

Data di pubblicazione: 23/03/2015