Che cos’é l’urografia?

L’urografia è un esame radiologico che permette di mettere in evidenza le vie urinarie. Viene eseguito utilizzando il mezzo di contrasto, introdotto nell’organismo per via endovenosa. L’indagine consiste nel radiografare i reni e le vie urinarie dopo opacizzazione con il mezzo di contrasto iodato, durante la filtrazione e l’eliminazione nelle urine.

Prima dell’iniezione, con il paziente disteso sul tavolo dell’esame, si effettua una radiografia semplice dell’addome per individuare eventuali calcoli urinari radiopachi. Dopo l’iniezione endovenosa del mezzo di contrasto, si effettuano le radiografie di reni, ureteri, vescica e uretra a intervalli fissi (nei primi 5 minuti, poi ogni 10, 15, 20 minuti o più), per poter valutare la morfologia degli organi e la qualità dell’escrezione e del flusso di urina. Infine, si effettuano sistematicamente radiografie prima, durante e dopo la minzione e, se necessario, in caso di disfunzione renale, 24-48 ore dopo l’iniezione.

A cosa serve l’esame?

L’urografia è indicata in molte patologie urinarie, in particolare infezioni, ematuria (presenza di sangue nelle urine), coliche renali e disturbi della minzione.

Domande Frequenti (F.A.Q.)

L’urografia è dolorosa o pericolosa?

L’esame non è doloroso o pericoloso, ma è essenziale la collaborazione del paziente che deve seguire le istruzioni dell’operatore medico radiologo.

È necessario essere accompagnati o, dopo avere eseguito l’esame, si potrà guidare la propria auto?

No, non è necessario essere accompagnati. Dopo aver eseguito l’esame si potrà, infatti, mettersi alla guida della propria auto senza alcun problema.

Quale sensazione si prova durante l’urografia?

Durante l’urografia si avvertirà una sensazione di calore all’addome, dovuta alle caratteristiche organolettiche del farmaco iniettato (mezzo di contrasto).

Informazioni Utili

Prestazioni S.S.N.: l’assenza dell’impegnativa preclude l’esecuzione della prestazione. Si ricorda che il medico di medicina generale è tenuto a scrivere sull’impegnativa: nome, cognome ed età dell’assistito, codice fiscale, prestazione richiesta, quesito diagnostico, indicazione di eventuali esenzioni e livello d’urgenza.

Prestazioni PRIVATE: l’assenza della prescrizione medica di uno specialista preclude l’esecuzione della prestazione.

Durata dell’esame: 1 ora e 30 minuti circa

N.B. Il giorno dell’esame il paziente deve:

  • presentarsi a digiuno
  • essere munito dell’esito degli esami ematochimici per lo studio degli indici di funzionalità renale: urea e creatinina
  • ricordarsi di portare con sé i precedenti esami (anche se eseguiti in altra sede), lettere di dimissioni di ricoveri ed elenco dei farmaci assunti abitudinariamente.

L’assenza dell’esito degli esami ematochimici e della prescrizione medica preclude l’esecuzione dell’esame.

Norme di preparazione

Per migliorare la visibilità di reni ed ureteri deve essere eseguita prima dell’esame la preparazione intestinale con una dieta povera di scorie e pulizia dell’intestino tramite soluzioni purganti.

Il giorno precedente l’esecuzione dell’esame

  • Ore 8.00 bere XPREP (da acquistare in farmacia), assumere l’intero preparato.
  • Bere molto dopo l’assunzione del preparato e durante la giornata: almeno 2 litri (acqua, the, succhi di frutta, ecc.)
  • Pranzo e cena: un pasto leggero, prevalentemente liquido.
  • Evitare: pane, verdura, frutta.