Cos’è l’alluce valgo?

L’alluce valgo si presenta come una deviazione laterale dell’alluce che, inclinandosi progressivamente verso le altre dita, determina a catena una deviazione assiale anche di queste. Contemporaneamente, si viene a formare una sporgenza ossea sul lato della base del dito che, nel conflitto con la calzatura, porta alla formazione di una borsite dolorosa che, talvolta, esita addirittura in un’ulcerazione della cute. Da qui, la difficoltà o impossibilità a trovare una calzatura idonea, con il grave danno funzionale che ne deriva. Oltre ad un fastidioso danno estetico.

Che cos’è la tecnica conservativa per il trattamento dell’alluce valgo?

Il trattamento conservativo dell’alluce valgo consiste nell’adozione di una serie di accorgimenti al fine di alleviare i sintomi a carico del piede. Non sono comunque in grado di curare la deformità dello stesso.

In particolare:

  • Evitare le attività che costringono a stare in piedi per lunghi periodi di tempo
  • Usare calzature adeguate: la scarpa migliore da indossare riprende la forma naturale dell’arco plantare. Il tacco non dovrebbe superare i 4-5 cm, perché i tacchi molto alti costringono il piede ad una posizione non naturale
  • Plantari: consentono di evitare un sovraccarico della parte anteriore del piede e aiutano a minimizzare il dolore
  • Trattamenti fisioterapici per ridurre i sintomi e attenuare il dolore
  • Farmaci: possono essere indicati per ridurre il dolore e l’infiammazione

Se i sintomi sono gravi ed i trattamenti alternativi non sono efficaci, la soluzione è il Trattamento Chirurgico con tecnica percutanea.

Area medica di riferimento

Per maggiori informazioni sul trattamento conservativo per l’alluce valgo, vedere l’Unità Operativa di Chirurgia del piede di Humanitas Mater Domini.

Pubblicato il 23.02.2015 – A cura dell’équipe del Centro di Chirurgia del Piede