L’alopecia è la riduzione della quantità o dello spessore dei capelli. Può presentarsi come una caduta graduale, a cominciare dalla sommità del capo, con la comparsa di chiazze di calvizia, o essere collegata alla caduta di peli in altre zone del corpo.

Quali patologie si possono collegare all’alopecia?

Le malattie che si possono collegare all’alopecia sono le seguenti:

Alopecia areata

Dermatofitosi

Ipertiroidismo

Ipogonadismo maschile

Ipotiroidismo

Lichen planus

Lupus eritematoso sistemico

Morbo di Graves – Basedow

Psoriasi

Sclerodermia

Sifilide

Sindrome dell’ovaio policistico

Questo non è un elenco completo, pertanto si ricorda che è sempre meglio andare dal proprio dottore di fiducia in presenza di continuazione dei sintomi.

Quali sono le soluzioni per l’alopecia?

In certe situazioni, il disturbo può risolversi senza necessità di nessuna cura. Altre volte, nello specifico quando all’origine dell’alopecia c’è un disturbo di salute, può, invece, esserci bisogno di prendere dei farmaci, per esempio medicine che diminuiscono l’infiammazione e abbattono il sistema immunitario.

In presenza di alopecia permanente, si può decidere anche per il trapianto di capelli o altre procedure chirurgiche. Tra le soluzioni più innovative vi è, infine, anche il trattamento a base di plasma ricco di piastrine.

Con alopecia, quando andare dal proprio dottore?

È consigliato andare dal proprio dottore nell’eventualità in cui si veda una caduta repentina di capelli, magari anche a ciocche, maggiore durante alcune azioni come pettinarsi o lavarsi i capelli. Alla base potrebbero trovarsi condizioni mediche che necessitano trattamenti specifici.

 

Nessuna parte del testo può essere in alcun modo riprodotta per terze parti o da queste utilizzata.

Data di pubblicazione: 19/07/2017