Che cos’è la vitamina B6?

La vitamina B6 fa parte delle vitamine cosiddette idrosolubili, che non possono essere accumulate nell’organismo, ma devono essere regolarmente assunte attraverso l’alimentazione. La vitamina B6 si degrada in presenza di alte temperature, in quanto è sensibile al calore, e si presenta in tre forme attive: la piridossina, la piridossamina e la piridossale.

A che cosa serve la vitamina B6?

La vitamina B6 gioca un ruolo nel metabolismo degli amminoacidi, degli acidi grassi e degli zuccheri e contribuisce alla formazione degli ormoni e dei globuli bianchi e rossi. Altrettanto importante è la sua funzione di formare una barriera immunitaria posta a difesa delle malattie, di stimolare le funzioni cerebrali e di prevenire l’invecchiamento. Per questo la vitamina B6 viene utilizzata in numerosi prodotti cosmetici ed anti-invecchiamento.

In quali alimenti è presente la vitamina B6?

La vitamina B6 è presente in numerosi alimenti. Tra le maggiori fonti di vitamina B6 ricordiamo le carni, soprattutto bianche, ed il pesce, gli spinaci, le patate ed i legumi, nonché la frutta, esclusi gli agrumi.

Qual è il fabbisogno giornaliero di vitamina B6

Il fabbisogno giornaliero di vitamina B6 varia a seconda del sesso. Per le donne il limite è di almeno 1,1 mg al giorno, per gli uomini sale a 1,5 mg.

Carenza di vitamina B6

La carenza di vitamina B6 viene registrata in rari casi. Essa può causare un’assunzione di colorito più chiaro da parte dei globuli rossi (anemia ipocromica), nonchè facilitare la formazione dei calcoli renali. In casi meno gravi, la carenza di vitamina B6 dà luogo a debolezza ed apatia fisica e mentale diffuse, o anche a spasmi muscolari, ritenzione idrica, insonnia e disturbi del sistema nervoso.

Eccesso di vitamina B6

Non si conoscono conseguenze gravi derivate da eccesso da vitamina B6. L’assorbimento della vitamina B6 in quantità eccessive, in ogni caso, può indurre forti mal di testa.

È vero che la vitamina B6 può alleviare i sintomi della sindrome premestruale? Quali altre patologie possono essere prevenute o curate con questa vitamina?

Sì, è vero. Durante il ciclo mestruale hanno luogo degli squilibri ormonali. Dal momento che la vitamina B6 gioca un ruolo nel mantenimento dell’equilibrio ormonale anche in situazioni contingenti, essa contribuisce ad alleviare i sintomi della sindrome premestruale. Per gli stessi motivi, la vitamina B6 è utile per ridurre gli stati di nausea e vomito che si presentano durante la gravidanza e per trattare stati di depressione, stanchezza e mal di testa. In ogni caso, è bene non esagerare con le dosi. Alcuni studi recenti sembrano aver dimostrato che la vitamina B6 è utile per trattare la malaria e per prevenire i tumori al polmone e prostata.

 

Questo testo è stato redatto dagli specialisti di Humanitas Mater Domini.

Nessuna parte di esso può essere in alcun modo riprodotta per terze parti o da queste utilizzata.

Data di pubblicazione: 10/07/2017