Adottando uno stile di vita sano, si può prevenire l’insorgere di patologie come infarto e ictus? Quanto incidono i fattori di rischio, come ipertensione arteriosa, colesterolo alto, obesità o sovrappeso, fumo, diabete, sulla salute? La predisposizione psicologica al cambiamento è essenziale per affrontare un percorso volto a migliorare e preservare la salute del proprio cuore?

Queste e molte altre domande troveranno risposta durante la serata di giovedì 22 novembre, nella quale si confronteranno alcuni specialisti del nuovo Ambulatorio di Prevenzione Cardiovascolare di Humanitas Mater Domini, illustrando le regole d’oro per uno stile di vita sano, necessario alla salute del cuore.

A dibattere sul tema, saranno il dottor Daniele Briguglia (Cardiologo e Responsabile dell’Ambulatorio), la dottoressa Elisabetta Macorsini (Biologa Nutrizionista) e la dottoressa Paola Parisi (Psicologa), in una serata dedicata al cuore e alla prevenzione rivolta alle persone che non hanno fattori di rischio cardiovascolare conclamati, ma vogliono conoscere quale sia il miglior stile di vita per prevenirli, a coloro che invece hanno fattori di rischio ed ai soggetti che hanno già avuto un evento cardiovascolare, per ridurne la probabilità di ricaduta.

Come partecipare alla serata?

L’incontro si terrà giovedì 22 novembre alle 20.30 presso Palace Hotel Legnano (Via per Castellanza, 41 – Legnano).
La partecipazione è libera e gratuita, ma si richiede gentile conferma telefonando al n. 0331 476343 – 117 oppure scrivendo una mail a: comunicazione@materdomini.it

Il nuovo Ambulatorio di Prevenzione Cardiovascolare

“Noti studi osservazionali pubblicati (studio longitudinale CARDIA: Coronary Artery Risk Development in Adults), hanno chiaramente dimostrato che l’assenza o l’eliminazione dei fattori di rischio cardiovascolare nella fascia di età compresa tra i 35 – 50 anni, previene in modo significativo l’insorgenza di malattie cardiovascolari, anche in età adulta”, afferma il dottor Daniele Briguglia, responsabile dell’Ambulatorio nato da soli pochi mesi, ma che già segue 33 pazienti.

Con l’obiettivo di prevenire l’insorgere di queste malattie partendo da uno stile di vita sano, il Servizio Ambulatoriale, offerto dall’Ospedale Humanitas Mater Domini e pensato per tutti coloro che hanno una malattia cardiovascolare nota o per chi ne è predisposto per la concomitante presenza di alcuni fattori di rischio, si articola in un percorso “su misura”: dal cardiologo al nutrizionista, dal diabetologo-endocrinolgo allo psicologo. Ma anche il medico dello sport e lo pneumologo.
L’équipe di specialisti studia passo dopo passo il quadro clinico del paziente e pianifica un percorso medico-assistenziale ad hoc, secondo le singole necessità.

Un percorso ‘su misura’ di ogni paziente

VISITA CARDIOLOGICA
Il cardiologo è lo specialista di riferimento di tutto il percorso. Esegue l’inquadramento iniziale e rivede il paziente alla fine del percorso, per valutarne il miglioramento in termini di riduzione del rischio cardiovascolare. Durante la prima visita stima il rischio cardiovascolare, prescrive esami ematici ed eventuali indagini strumentali per valutare l’eventuale presenza di danno d’organo. Molto importante è l’organizzazione di un percorso clinico assistenziale personalizzato, coinvolgendo tutti gli specialisti necessari.

A seconda delle necessità e degli obiettivi che devono essere raggiunti, i professionisti coinvolti sono:

NUTRIZIONISTA
Segue pazienti in sovrappeso, con carenze nutrizionali, inadeguata educazione alimentare, alterazioni degli esami ematici secondari ad una dieta scorretta (eccesso di colesterolo nel sangue, steatosi epatica, ecc.) ed imposta diete personalizzate per una riduzione controllata del peso corporeo.

DIABETOLOGO-ENDOCRINOLOGO
Su indicazione del cardiologo, si occupa dei pazienti diabetici o con intolleranza glucidica per l’impostazione, il mantenimento o la modifica della terapia diabetica o per la gestione delle eventuali complicanze del diabete.

PERCORSO ANTIFUMO
Si rivolge a tutti i pazienti fumatori che non riescono spontaneamente a smettere di fumare. Sono previste delle sedute con pneumologo, una psicologa e la somministrazione di integratori per la sindrome da astinenza da nicotina.

PSICOLOGA
Svolge un ruolo molto importante negli incontri di gruppo per la correzione dello stile di vita alimentare, coordina il percorso antifumo ed esegue visite di valutazione psicologica.

MEDICO DELLO SPORT
Ai pazienti verranno fornite informazioni sull’attività fisica più corretta da svolgere e su quante volte praticarla nella settimana. Durante la visita cardiologica iniziale, potrà rendersi necessario l’esecuzione di un test ergometrico o un test cardiopolmonare per la valutazione della capacità funzionali. Il test verrà ripetuto dopo 9 mesi, per dimostrare il reale recupero della forma fisica.

PNEUMOLOGO
Segue pazienti con insufficienza respiratoria cronica, secondaria ad esposizione del fumo di sigaretta o pazienti broncopatici su richiesta del cardiologo.