L’Octreotide è utilizzato nel corso del trattamento delle forme di diarrea grave e delle vampate associate ad alcune forme tumorali. Inoltre è utilizzato durante il trattamento di alcuni casi di acromegalia.

Che cos’è l’Octreotide?

L’Octreotide agisce riducendo i livelli di diversi ormoni e messaggeri chimici nel sangue.

Come si assume l’Octreotide?

L’Octreotide è assunto per iniezione.

Effetti collaterali dell’Octreotide

L’Octreotide può ripristinare la fertilità nelle donne infertili affette da acromegalia. Inoltre è in grado di portare sia ad aumenti che a riduzioni della glicemia, in quanto influenza i livelli di zuccheri nel sangue.

Tra i potenziali effetti collaterali vanno segnalati:

  • costipazione
  • diarrea
  • capogiri
  • meteorismo
  • mal di testa
  • dolore o fastidi allo stomaco
  • vomito
  • dolore lieve o moderato al sito di iniezione

Un medico andrebbe subito contattato in caso di:

  • rash
  • orticaria
  • prurito
  • senso di oppressione al petto
  • gonfiore di bocca, volto, labbra o lingua, occhi, mani, piedi, caviglie o polpacci
  • dolore o sensibilità allo stomaco forti o persistenti
  • vomito o diarrea gravi o persistenti
  • gonfiore allo stomaco
  • ghiandole gonfie o ingrossate
  • difficoltà respiratorie
  • difficoltà di deglutizione
  • ittero

Controindicazioni e avvertenze sull’utilizzo dell’Octreotide

L’Octreotide va necessariamente assunta almeno due ore prima o dopo antiacidi contenenti Idrossido di Alluminio o di Magnesio, di Didanosina, di Sucralfato o di prodotti a base di ferro o zinco, nel caso in cui si segua un trattamento con una di queste sostanze. Durante il trattamento con Octreotide l’assunzione di quantità eccessive di caffeina, per esempio sotto forma di caffè, tè, energy drink, cola o cioccolato va assolutamente evitata.

Un medico andrebbe sempre informato prima del trattamento se:

  • si hanno allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti, ad altri farmaci o a qualsiasi alimento;
  • dei medicinali, dei fitoterapici e degli integratori assunti, in particolare betabloccanti, Bromocriptina, calcio antagonisti, Chinidina, Terfenadina, Ciclosporina, Insulina e ipoglicemizzanti orali;
  • si è sofferto o ancora si soffre di di calcoli o altri problemi alla cistifellea, malattie renali, diabete, problemi alla tiroide, malattie cardiache o problemi al pancreas;
  • si è in stato di di salute precaria;
  • si è in stato di malnutrizione;
  • si sta effettuando una dialisi;
  • si è in stato di gravidanza o si pratica l’allattamento naturale al seno.

L’Octreotide può compromettere le capacità di guidare o di manovrare macchinari pericolosi. L’assunzione di alcol e di alcuni medicinali possono acuire questo effetto collaterale.