Il Sumatriptan trova impiego nel trattamento sintomatico delle emicranie. Si tratta di un farmaco che non riesce a prevenire gli attacchi di emicrania, o a ridurre la loro frequenza.

Come funziona il Sumatriptan?

Il Sumatriptan interagisce con i recettori del neurotrasmettitore Serotonina. Questo principio attivo riesce a restringere i vasi sanguigni nella testa, a bloccare l’invio al cervello dei segnali che derivano da stimoli dolorosi, e a bloccare il rilascio di sostanze che non solo provocano dolore, ma inducono anche la nausea e gli altri sintomi dell’emicrania.

Come si assume il Sumatriptan?

L’assunzione del Sumatriptan ha luogo per via orale sotto forma di compresse alla comparsa dei primi sintomi di un attacco di emicrania. Se necessario, una seconda dose di Sumatriptan può essere assunta due ore dopo la prima, dietro consiglio medico.

In caso di assunzione di quantità eccessive di Sumatriptan o del trattamento prolungato con questo farmaco, infatti può verificarsi un peggioramento dell’emicrania. Per questo motivo è importantissimo attenersi in maniera stretta alle indicazioni del medico.

Effetti avversi del Sumatriptan

Fra i potenziali effetti collaterali del Sumatriptan si citano:

Il medico andrebbe contattato immediatamente nel caso in cui il trattamento con Sumatriptan dia luogo a:

  • dolore, senso di oppressione o pesantezza al petto, alla gola, al colo o alla mascella
  • difficoltà a parlare
  • svenevolezza
  • debolezza o intorpidimento di un braccio o di una gamba
  • dolore allo stomaco improvviso o grave
  • battito cardiaco accelerato, pesante o irregolare
  • diarrea con sangue
  • vomito
  • perdita di peso improvviso
  • sudori freddi
  • fiato corto
  • cianosi delle dita
  • difficoltà respiratorie o di deglutizione
  • arrossamenti, gonfiori o prurito a occhi, volto, labbra o gola
  • rash
  • orticaria
  • problemi alla vista
  • convulsioni

Controindicazioni e avvertenze sull’utilizzo del Sumatriptan

Di norma il trattamento con Sumatriptan non può avere una durata superiore di dieci giorni al mese. Inoltre non deve essere assunto se nelle 24 ore precedenti sono stati assunti altri farmaci dello stesso tipo o derivati dell’Ergot e se si assumono (o sono stati assunti nelle due settimane precedenti) dei MAO-A inibitori.

Prima di iniziare un trattamento con Sumatriptan è essenziale informare il medico:

  • di eventuali allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti o a qualsiasi altro farmaco;
  • degli altri medicinali, dei fitoterapici e degli integratori che si stanno assumendo, in particolare Paracetamolo, aspirina o altri Fans, antidepressivi, SSRI o SNRI;
  • in caso di malattie cardiache o ictus in famiglia;
  • se si è in menopausa;
  • se si è fumatori o si è in sovrappeso;
  • nel caso in cui si soffra (o si abbia sofferto) di malattie cardiache, infarti, angina, battito cardiaco irregolare, ictus o mini ictus, problemi di circolazione, Sindrome di Raynaud, infarto intestinale, pressione alta, colesterolo alto, diabete, convulsioni, malattie epatiche o renali;
  •  se si è in stato di gravidanza o si sta praticando l’allattamento al seno.

Il Sumatriptan causa sonnolenza, quindi può compromettere la capacità di guida e di manovrare macchinari pericolosi.