Molto spesso, le persone coinvolte in incidenti automobilistici, soprattutto tamponamenti, riportano il classico colpo di frusta, ossia un trauma contusivo-distorsivo al rachide cervicale.

Dolori muscolari al collo e alle spalle, vertigini e nausee ricorrenti, cefalea, intorpidimento e parestesie agli arti superiori, insonnia, sono alcuni dei più frequenti sintomi di uno stato di malessere che si protrae nelle settimane dopo il trauma.

Oggi, oltre alla terapia medica con farmaci decontratturanti e antinfiammatori, esiste una terapia biofisica che, in sinergia con le altre cure, può alleviare e curare la sintomatologia del colpo di frusta.

Si tratta della Light Therapy (Luce polarizzata Bioptron 2), una luce polarizzata con caratteristiche di non invasività e di non nocività, disponibile presso il Centro di Medicina Rigenerativa di Humanitas Mater Domini.

“Associata alla terapia sistemica miorilassante, alla fisioterapia decontratturante, la Light Therapy può velocizzare i tempi di guarigione del colpo di frusta, con il raggiungimento del benessere in tempi brevi dopo giorni di sofferenza. Se si esegue due /tre volte la settimana, con sedute da 30 minuti, il trattamento permette infatti la riduzione del fenomeno infiammatorio (grazie ad alcune frequenze luminose) e del dolore”, spiega il dottor Salvatore Emanuele Aragona, responsabile del Centro.


La Light Therapy
ha, inoltre, anche altre indicazioni terapeutiche.

Trattamento di qualsiasi ferita o lesione cutanea. In particolare:

Trattamento del dolore. In particolare:

Medicina sportiva

  • Distorsioni, stiramenti, contusioni
  • Gomito del tennista (epicondilite omerale)
  • Lacerazione di legamenti e muscoli
  • Lesioni dei tessuti molli di muscoli, tendini e legamenti (spasmi muscolari)
  • Tendiniti

Trattamento di patologie dermatologiche. Nello specifico: