Prendersi cura sul territorio di tutti quei pazienti, che sono stati dimessi dopo un ricovero per Covid-19: questo l’obiettivo del percorso attivato in Humanitas Mater Domini. Un trattamento pensato ad hoc sulla storia clinica del paziente, sulle sue precedenti patologie, sull’andamento della degenza in ricovero e sulle eventuali complicanze intercorse.

È rivolto a tutti i pazienti  che sono risultati negativi dopo il secondo tampone, eseguito ad almeno 14 giorni dalla guarigione clinica. Lo specialista di riferimento per questo percorso è lo pneumologo, che si occupa di curare il polmone, più frequentemente e gravemente colpito dall’infezione del virus.

A seconda delle necessità cliniche del paziente potranno essere coinvolti: cardiologo, gastroenterologo, psichiatra, neurologo ed ematologo. Il professionista pneumologo, in collaborazione con altri specialisti, si coordinerà per il trattamento delle specifiche parti del colpo da trattare, attivando un percorso personalizzato e su misura”, spiega la dottoressa Linda Bassi, pneumologa di Humanitas Mater Domini e coordinatrice del percorso post-Covid dell’Istituto.

Quali esami possono essere previsti?

Gli esami che potranno essere eseguiti sono:

Il paziente sarà seguito ambulatorialmente  da un team di specialisti. Il percorso varia a seconda delle necessità cliniche e può durare un massimo di 12 mesi, sino a quando non si migliorino e/o risolvano i sintomi. Potranno essere eseguiti controlli periodici di radiologia con TC torace, test di funzionalità respiratoria, esami ematici, visite specialistiche (come quella neurologica, ematologica, psichiatrica, ecocolordoppler arti inferiori, ecografia addome).

Potrebbe interessarti anche: Test Sierologico

Informazioni utili

Il percorso può essere attivato in Humanitas Mater Domini in regime privato.

Per informazioni clicca qui

Per prenotazioni clicca qui