Incontinenza urinaria, flusso debole e intermittente, difficoltà a iniziare ad urinare. Sono questi alcuni campanelli d’allarme per i quali è consigliata una visita con l’urologo. “Anche in ambito urologico la prevenzione è  fondamentale: sottoporsi a controlli periodici, può evidenziare o prevenire patologie che potrebbero diventare molto serie”, afferma il dottor Matteo Zanoni, urologo di Humanitas Mater Domini e Humanitas Medical Care Arese.

Quando fare prevenzione?

La prevenzione è il miglior alleato per la diagnosi precoce di patologie tumorali (alla prostata, reni, testicoli, vescica), o benigne, come la calcolosi urinaria, l’infertilità maschile e le disfunzioni sessuali.

Prevenzione? Un’abitudine utile ad ogni età

Prima dei 30 anni

Per individuare possibili forme di alterazione dei genitali o patologie, come il varicocele (dilatazione patologica delle vene testicolari), che molto spesso nei ragazzi non provoca disturbi ma, se trascurato, può provocare infertilità.

Attorno ai 30 anni

Per escludere ogni eventuale problema di fertilità e, nel caso diagnosticarlo precocemente e trattarlo. Ad essere raccomandata, è anche una valutazione andrologica.

In età adulta (dai 45 anni)

Per diagnosticare patologie benigne o maligne alla prostata (spesso asintomatiche) è essenziale sottoporsi a visite periodiche. “Si tratta di una buona abitudine, quella del controllo, che andrebbe iniziata anche dopo i 45 anni d’età  e rinnovata ogni due anni fino a diventare un appuntamento annuale una volta superati i 50. Il tumore della prostata, infatti, è oggi il più frequente nell’uomo: i suoi rischi sono legati all’età, a fattori ereditari, alla dieta ed allo stile di vita”, spiega il dottor Zanoni.

3 consigli per mantenere la prostata in salute

Bere acqua oligominerale

A basso contenuto di sodio e minerali, facilita la funzionalità̀ renale. Essendo diuretica, favorisce l’eliminazione di scorie in eccesso. Si consigliano almeno 1,5 litri di acqua al giorno.

Seguire uno stile di vita sano

Privilegiare alimenti contenenti sostanze antiossidanti, quali vitamina A (carote, albicocche, spinaci, broccoli, pomodori), vitamina C (ribes, kiwi, agrumi, fragole, mirtilli, cavolfiori, peperoni), vitamina E (olio d’oliva, oli vegetali, germe di grano), selenio (noci, tuorlo d’uovo) e zinco (carni rosse, noci, fegato).

Mantenersi attivi!

Una regolare attività̀ fisica e, perché no, sessuale, contribuisce al mantenimento di un buon equilibrio psico-fisico. In caso di problemi di concepimento, è consigliabile sottoporsi ad un esame del liquido seminale: eventuali alterazioni, possono mettere in evidenza patologie risolvibili, se trattate in tempo.

Informazioni utili

Le visite sono erogate in regime privato.

Humanitas Mater Domini
Per prenotare, clicca qui

Humanitas Medical Care Arese
Per prenotare, clicca qui

Humanitas Medical Care Lainate
Per prenotare, clicca qui

Humanitas Medical Care Busto Arsizio
Per prenotare, clicca qui

Humanitas Medical Care Varese
Per prenotare, clicca qui